menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valmadrera, furbetti dei rifiuti "beccati" dalla fototrappola: scattano le multe

«Mi colpisce anche il fatto - commenta il Sindaco - che nessuno sia intervenuto, facendo notare la scorrettezza del comportamento»

Linea dura del Comune di Valmadrera nei confronti dei cittadini indisciplinati, che non rispettano le regole di conferimento dei rifiuti. «Grazie alla "fototrappola" recentemente acquistata, posizionata nei luoghi dove con maggiore frequenza vengono riscontrate le violazioni - rendono noto dal Municipio - sono state individuate alcune persone che utilizzano come discarica personale i cassonetti presenti in paese, riservati a determinati tipi di rifiuto e di utenza».

Ad oggi, sono state filmate numerose persone, che - soprattutto in orario notturno e, spesso, a più riprese - abbandonano sacchi neri, sacchi contenenti foglie, rami ed erba, o svuotano i cestelli dell'umido senza sacchetto direttamente nei cassonetti, adibiti ad altra tipologia di rifiuto.

I fotogrammi dei dispositivi sono stati visionati dalla Polizia Locale, che ha individuato i responsabili ed ha inviato - in questi giorni - le prime multe.

«Quello che amareggia - afferma il Sindaco - è la frequenza di questi comportamenti e la metodicità con cui vengono violate le regole. Non è chi transita casualmente per le vie di Valmadrera che lascia i propri rifiuti là dove non deve; i cittadini chiedono giustamente all'Amministrazione comunale una città pulita, cestini per i rifiuti, un maggiore impegno per la raccolta differenziata, ma sono poi i cittadini stessi che non rispettano le norme più elementari e trasformano cassonetti e cestini in discariche».

«Mi colpisce anche il fatto che nessuno – e i filmati lo documentano bene – sia intervenuto, magari facendo notare la scorrettezza del comportamento. Io spero che con il progetto di cittadinanza attiva che abbiamo appena presentato sia possibile trovare persone che hanno a cuore Valmadrera non solo a parole, ma che lo dimostrino aiutandoci nella cura del bene comune».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento