menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Corrado Valsecchi

Corrado Valsecchi

Civiche Benemerenze, Valsecchi: "Si riformi il regolamento"

Il portavoce di Appello per Lecco critico verso il metodo di assegnamento dei riconoscimenti ai cittadini ritenuti meritevoli

Il prossimo 6 dicembre il comune di Lecco assegnerà le Civiche Benemerenze ai cittadini che ne faranno richiesta e saranno ritenuti meritevoli di tale riconoscimento. Corrado Valsecchi, portavoce di Appello per Lecco, non è d'accordo e chiede "che venga riformato questo regolamento che, nel corso degli anni, ha reso l'istituzione del riconoscimento dozzinale, usato e abusato."


"Il rischio é che nè per la Città - continua Valsecchi - e nemmeno per coloro che ricevono la Civica Benemerenza ci sia reale soddisfazione e gratificazione. Ancora oggi i riconoscimenti vengono identificati con una sorta di "manuale Cencelli" sul piano quantitativo, lasciando anche polemiche politiche tra le varie tifoserie. Non é certo con un premio ad un esponente vicino alla sinistra o alla destra, un religioso che per forza di cose deve essere messo in lista, personaggi sportivi più o meno noti da ricercare quasi fosse un obbligo per arrivare al numero giusto dei civici riconoscimenti che avremo appagato la nostra esigenza di elevare alla civica benemerenza personaggi che veramente hanno dato lustro, visibilità e onorato la nostra città. Quest'anno non sarà possibile fare diversamente che perpetuare questo rito stantio e obsoleto. Ma nel programma di Appello per Lecco per le prossime elezioni troverà sicuramente posto un capitolo di riforma di questo istituto delle Civiche Benemerenze che cambierà radicalmente le "regole del gioco". Attribuire una Civica Benemerenza è per una città una iniziativa importante e come tale deve essere sentita e centellinata su cittadini, personalità e associazioni che abbiano fatto qualcosa di straordinario, senza che essi siano sottoposti ad un esame di partigianeria politica che non consente all'istituto di avere la nobiltà che rivendica. Quindi devono cambiare le regole, i numeri delle assegnazioni, la commissione esaminatrice; insomma tutto ! Questo per rimettere al centro Civiche Benemerenze che offrano alla nostra comunità di andare fiera dei propri concittadini che hanno meritato sul campo il riconoscimento, evitando vocazioni inflazionistiche che alla lunga mortificano anche le persone che hanno ricevuto la Civica Benemerenza della nostra città."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento