menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La campana del vetro divelta con i petardi

La campana del vetro divelta con i petardi

Vandali a Capodanno: campane del vetro e cestini divelti anche coi petardi

Soliti ignoti in azione ad Abbadia, l'Amministrazione annuncia provvedimenti: «Faremo denuncia contro ignoti e adotteremo tutte le strategie possibili per colpire i responsabili»

L'ordinanza era in vigore, ma non ha fermato l'imbecillità dei soliti ignoti. I vandali sono tornati a colpire ad Abbadia nella notte di Capodanno, danneggiando l'arredo urbano con botti e petardi, nonostante il divieto di utilizzarli emanato dal Comune nei giorni precedenti.

Botti e fuochi di fine anno, divieto di utilizzo ad Abbadia e a Lierna

È sufficiente percorrere in queste ore la passeggiata a lago, tra il Parco di Chiesa Rotta e la Poncia, per rendersi conto della mole di botti esplosa durante la notte a cavallo tra anno vecchio e anno nuovo, con conseguenti rifiuti sparsi a macchia di leopardo. Ma la "trasgressione" è andata oltre, trasformandosi in vero e proprio vandalismo: una campana del vetro (ai Piani Resinelli) è stata divelta gettando al suo interno petardi, così come i cestini, nei quali è stata abbandonata immondizia di ogni genere.

L'Amministrazione comunale del sindaco Roberto Azzoni sembra avere perso la pazienza, una sorta di esasperazione dopo i continui vandalismi della scorsa estate contro l'arredo pubblico sulla passeggiata a lago, e annuncia provvedimenti: «Buon anno a tutti, eccetto appunto a questi cretini - si legge in un post apparso sulla pagina Facebook ufficiale del gruppo di maggioranza "Progetto Abbadia" - Faremo denuncia contro ignoti e per questo 2020 adotteremo tutte le strategie possibili per colpire quei pochi che fanno danni a tutti quei cittadini che invece differenziano in maniera corretta».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Casatenovo: frontale fra auto, due uomini finiscono in ospedale

  • Attualità

    Verso il primo piano regolatore cimiteriale di Lecco

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento