menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il defibrillatore, già sistemato, al Parco di Chiesa Rotta

Il defibrillatore, già sistemato, al Parco di Chiesa Rotta

Giovane vandalo danneggia defibrillatore ad Abbadia Lariana

Forzata la teca nel piazzale davanti al Parco di Chiesa Rotta, danno di 400 euro. Il presidente del Soccorso degli Alpini: «Gli auguro che nessuno dei famigliari debba mai averne bisogno».

Un gesto vile e stupido, che ha colpito non solo un paese, ma soprattutto la comunità. Nei giorni scorsi il defibrillatore installato nel piazzale antistante il Parco di Chiesa Rotta, ad Abbadia Lariana, è stato danneggiato. Una persona - a quanto pare, dalla testimonianze, si tratterebbe di un ragazzo poco più che adolescente - ha infatti aperto la teca che contiene il Dae, procurando un danno stimato intorno ai 400 euro.

Vandali in azione a Mandello: gettati nel Meria i libri del book crossing

L'episodio ha destato scalpore e soprattutto rabbia nella comunità di Abbadia. A commentarlo, il presidente del Soccorso degli Alpini di Mandello, Giancarlo Alippi, che tanto negli anni scorsi si è prodigato per l'installazione dei defibrillatori, in grado di salvare la vita a persone colpite da malori. «Auguro all'individuo di sperare che nessuno dei suoi famigliari debba mai aver bisogno di quel presidio, forse lui non sa che è uno strumento salvavita» sono le parole amare di Alippi in un post su Facebook.

Dell'episodio sono state informate le forze dell'ordine. Nel frattempo la teca è stata sistemata e il defibrillatore è pienamente efficiente per poter essere utilizzato in caso di emergenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento