menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Convegno di studi amministrativi, Villa monastero centro del diritto e dell'economia per tre giorni

Concluso sabato 20 settembre, il sessantesimo Convegno di studi amministrativi ha visto l'intervento di nomi illustri dell'economia e del diritto italiani. Il Presidente della Provincia Simonetti: "Villa Monastero è stata al centro di dibattiti e discussioni di alto livello".

È terminato sabato 20 settembre il 60° Convegno di studi amministrativi, organizzato a Varenna dalla Provincia di Lecco.


Il convegno, che quest'anno aveva come tema "Diritto amministrativo ed economia: una sinergia per la competitività del Paese", ha visto la partecipazione di numerosi ralatori illustri, tra i quali il presidente del Consiglio di Stato, Alessandro Pajno, che ha presieduto la  tavola rotonda "Economia, diritto, competitività, garanzie", sessione finale della tre giorni lariana.


Con lui, coordinati da Salvatore Carrubba del "Sole 24 ore",  i professori universitari Michele Ainis ed Enzo Cheli, gli ex ministri Franco Bassanini e Filippo Patroni Griffi, il vicepresidente di Confindustria Gaetano Maccaferri e Stefano Micossi, direttore generale di Assonime, l'associazione che raggruppa le società per azioni italiane.


«Per tre giorni - commenta il Presidente vicario della Provincia, Stefano Simonetti - Villa Monastero è stata al centro di dibattiti e discussioni di alto livello, con ospiti e relatori di grande caratura, sul tema del diritto amministrativo e dell'economia, che devono agire in sinergia per ridare competitività al Paese. Ho ascoltato con grande interesse alcune relazioni, in particolare quelle sul tema delle garanzie ed efficienza nella tutela giurisdizionale e certezza del diritto; ho apprezzato le critiche esposte da alcuni relatori in materia di aumento del contributo unificato di giustizia».


Simonetti, nel suo intervento di saluto in apertura del convegno, aveva sottolineato i rischi della riforma delle Province sull'offerta di servizi ai cittadini: «In un'ottica di necessaria razionalizzazione delle risorse e di tagli agli sprechi, l'attuale riforma rischia seriamente di portare disservizi e nessun risparmio di spesa, con l'impossibilità di garantire servizi essenziali come il riscaldamento negli edifici scolastici, lo sgombero della neve, la manutenzione delle strade, il trasporto degli studenti disabili, l'assistenza scolastica ai disabili sensoriali; o la manutenzione di Villa Monastero, un gioiello che tutti gli ospiti ci hanno invidiato e che la Provincia di Lecco ha saputo mantenere e salvaguardare in questi anni con una serie di interventi sull'intero compendio, anche in vista di Expo 2015».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento