rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Gioco d'azzardo, in Lombardia vale quasi duemila euro a persona

Questa la cifra media pro capite spesa dai lombardi in videopoker, slot machine e puntate online

È la terza industria d'Italia, che genera utili stimati fra gli 80 e i 90 miliardi di euro annuali, con una spesa media di 1.924 euro per ogni cittadino lombardo, oltre 200 euro sopra la media nazionale: questi sono i dati del gioco d'azzardo nella nostra regione, una malattia cui non solo il Pirellone, ma anche il Governo, sta cercando di porre un freno.

Sul totale nazionale, illustrano i dati riportati in un covegno che che si è tenuto al Senato, e ripresi dal Giorno, il 23% delle puntate avviene tramite i "casinò" online, mentre padrone incontrastate del mercato, con il 55% degli utili, sono le slot machine: solo in Lombardia i gestori di locali in cui sono installate le "macchinette" sono stimati fra gli otto e i diecimila.

Dei diciotto milioni di giocatori assidui nel Paese, invece, si stima che quasi un milione possa essere potenzialmente ludopatico: numeri che segnalano senza mezzi termini il rischio emergenza sociale.

Per arginare il problema, da palazzo Lombardia sono già arrivate le prime disposizioni, come il progetto di legge che vieta di installare nuovi videopoker entro 500 metri da scuole, chiese e centri sportivi. La stretta del Governo, sulla quale si sta lavorando a Roma, arriverà sul numero delle slot che si potranno installare in ogni locali, sugli spot tv e sulla tassa sulle vincite, che salirà dal 6% all'8%.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioco d'azzardo, in Lombardia vale quasi duemila euro a persona

LeccoToday è in caricamento