Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca don guanella

Lecco, iniziati i lavori di messa in sicurezza a Villa Manzoni

Gli interventi riguardano l'area delle scuderie

Sono iniziati martedì 22 settembre i lavori per la messa in sicurezza del piano terra di Villa Manzoni, storica dimora dello scrittore che oggi ospita uno dei poli museali lecchesi. Si tratta di interventi  atti a risolvere alcune criticità sul piano strutturale e sismico, rilevate nell’ultima relazione tecnica svolta lo scorso gennaio.

«Villa Manzoni è uno dei principali simboli della città di Lecco - afferma Simona Piazza, Assessore alla cultura - testimonianza di un periodo storico in cui il nostro territorio era punto di attrazione per chi risiedeva nel circondario, luogo di grande interesse storico e letterario, simbolo del legame tra Manzoni e la nostra città, nonché edificio di pregiato valore architettonico e artistico. Per tutti questi motivi, l’amministrazione comunale, e in particolare l’assessorato alla Cultura, intende portare avanti, grazie anche a un sistematico lavoro di reperimento fondi che ho già messo in atto, un progetto di restauro e riqualificazione sia strutturale che funzionale dell’edificio. Passo dopo passo Villa Manzoni tornerà a essere polo culturale vivace e rappresentativo dell'identità storica e letteraria di Lecco, anche con la partecipazione attiva di tutti i cittadini, e punto di riferimento per studiosi, ricercatori e amanti dei luoghi della cultura».

«L'avvio dei lavori a Villa Manzoni – aggiunge Corrado Valsecchi, Assessore ai lavori pubblici - segna un altro punto di forza del cambio di passo impresso dalla nuova amministrazione, che guarda e investe sul bene pubblico e sul proprio patrimonio culturale con attività e interventi concreti, che diano nuovo slancio al disegno strategico di ridare una precisa identità alla comunità  lecchese e contestualmente far decollare il progetto della Grande Lecco sul fronte culturale e turistico. Questi primi lavori sono promossi e gestiti direttamente dal settore Lavori pubblici in collaborazione con il settore Cultura e la Soprintendenza, che avrà il compito di governare la parte successiva e più delicata del restauro. Ma contiamo, con l'avvio dei lavori, di portare a termine una missione di cui si parla da tanto tempo: restituire Villa Manzoni al suo decoro originario».

Nel dettaglio gli interventi riguardano l’appartamento “servitù” (adibito a deposito) e il sottoscala, la sala IX (che a seguito dell’intervento potrà essere reinserita nel percorso d’uso museale), le volte delle sale VI (“rossa”) e VII (adiacente), il corpo rustico e le scuderie (stanza 7): piano terra, primo piano, parte del giardino e del parcheggio esterno, deposito/stanza 14 (fronte nord e spigolo nord/est). Per ciascun intervento le lavorazioni comprendono demolizioni e nuove costruzioni fino al ripristino degli intonaci. La durata prevista dei lavori è di 77 giorni.

La spesa lorda prevista è di circa 185mila euro a carico del bilancio comunale: l’intervento fa parte di un appalto più ampio di manutenzione periodica e straordinaria degli immobili comunali. La zona interessata ai lavori è quella delle scuderie, ed è completamente interdetta all’accesso, mentre i lavori sono stati autorizzati dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecco, iniziati i lavori di messa in sicurezza a Villa Manzoni

LeccoToday è in caricamento