rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Largo Europa

Picchia la moglie in piazza e oltraggia i poliziotti: denunciato 45enne

Gli agenti della Squadra Volanti di Lecco lo hanno bloccato in Largo Europa e deferito per resistenza a pubblico ufficiale. La donna, trasportata in ospedale, si è rifiutata di querelarlo

Picchia la moglie in piazza, fermato dagli agenti della Questura di Lecco e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

Il fattaccio è avvenuto venerdì pomeriggio in Largo Europa. I poliziotti della Squadra Volanti sono intervenuti dopo segnalazione al 112. Due equipaggi, giunti sul posto, hanno interrotto la condotta aggressiva dell'uomo che, incurante delle violenze appena commesse, ha mantenuto un comportamento aggressivo e ha ingiuriato gli agenti. Una volta bloccato, C.C., 45enne con precedenti per resistenza a pubblico ufficiale, è stato condotto in Questura.

Controlli della Polizia in piazza Affari, giovane arrestato dopo un inseguimento a piedi in centro

La donna, nel frattempo allontanatasi, è stata raggiunta sul Lungolario Isonzo con evidenti segni di percosse. Palesemente scossa e dolorante per i colpi ricevuti, ha raccontato agli agenti di essere la moglie dell'uomo che l'ha picchiata selvaggiamente. Come spesso, purtroppo, accade in questi casi, la donna si è colpevolizzata davanti agli agenti per la condotta violenta del marito. Gli agenti l'hanno così accompagnata in ospedale, dove le è stata indicata una prognosi di sette giorni. La donna si è rifiutata di querelare l'uomo, comunque denunciato dagli operatori di polizia per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Sono in corso ulteriori accertamenti per definire le esatte responsabilità dell'uomo nei confronti della moglie, nonché per l'adozione nei confronti del marito violento delle misure a oggi contemplate dalle normative sulla violenza di genere.

«Donne, denunciate le violenze subite»

La Polizia di Stato, si spiega in una nota, «è vicina a tutte le donne e sottolinea l'importanza di denunciare gli episodi di violenza subita, fisica o psicologica, nonché la possibilità di essere assistite dai centri antiviolenza diffusi sul territorio e di essere collocate in una struttura protetta, anche con i propri figli».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la moglie in piazza e oltraggia i poliziotti: denunciato 45enne

LeccoToday è in caricamento