Giulia Maria Crespi, il Wwf: «Grazie per avere reso la bellezza accessibile a tutti»

Pioggia di ricordi per la 97enne meratese fondatrice del Fai. Il ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo Franceschini: «Grazie a lei, migliaia di italiani si sono impegnati con energia e competenza a difesa del paesaggio e del patrimonio storico-artistico»

Giulia Maria Crespi, scomparsa all'età di 97 anni

Le istituzioni celebrano la figura di Giulia Maria Crespi, meratese fondatrice del Fai, scomparsa domenica all'età di 97 anni. I suoi funerali si svolgeranno in forma privata.

«Dobbiamo essere grati a Giulia Maria Crespi per aver reso la bellezza accessibile a tutti. Senza il suo impegno e la sua determinazione buona parte del nostro patrimonio paesaggistico e culturale oggi non sarebbe così protetto e fruibile. Lascerà un segno indelebile nella storia dei beni culturali italiani degli ultimi 50 anni: un'eredità e un esempio che abbiamo il dovere di raccogliere per il futuro».

Le parole sono del presidente del Wwf Italia Donatella Bianchi, che aggiunge: «Abbiamo perso una una donna di grande spessore e di grandissima determinazione, sensibile e colta quanto forte e determinata: una persona che ha sempre saputo guardare avanti e costruire l'innovazione nel segno dell'identità».

Addio a Giulia Maria Crespi, fondatrice del Fondo ambiente italiano

«Ricordo Giulia Maria con affetto e grande rimpianto come paladina tenace e generosa in difesa dell’ambiente e della natura. Fin dai primi anni della nostra associazione è stata vicina al Wwf e non a caso figurava nella lista del Comitato d'onore del neonato Notiziario dell'associazione del 1967» dichiara il presidente onorario del Wwf Italia Fulco Pratesi che aggiunge: «Il Wwf Italia era legato a Giulia Maria Crespi da profonda stima, amicizia e rispetto, sentimenti che hanno portato a lunghi anni di reciproca proficua collaborazione, soprattutto in difesa del paesaggio italiano e per un sistema di tutela dei beni ambientali e culturali che fosse più efficace, pragmatico e meno virtuale».

Sassoli: «Contributo di inestimabile valore»

Questo il ricordo di David Sassoli, presidente del Parlamento europeo «Addio a Giulia Maria Crespi, fondatrice del Fondo Ambiente Italiano. Il suo contributo all'Arte e alla Bellezza resterà di inestimabile valore».

Franceschini: «Grande donna italiana»

Il ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini: «Con tristezza apprendo della scomparsa di Giulia Maria Crespi, una grande donna italiana che ha dedicato la propria vita all'impegno civile e al volontariato fondando nel 1975 il Fondo ambiente italiano. Grazie alla sua intuizione, anno dopo anno, migliaia di italiani si sono impegnati con energia e competenza a difesa del paesaggio e del patrimonio storico-artistico. In questa triste giornata, nello stringermi ai familiari e ai tanti amici del Fai, voglio esprimerle un sincero e commosso ringraziamento per aver portato anche nel nostro Paese un modello di partecipazione che ha mostrato negli anni come pubblico e privato, insieme, possono collaborare ed essere alleati, nello spirito costituzionale, per la valorizzazione e tutela del patrimonio culturale».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Beppe Sala: «Imprenditrice colta e sensibile»

Questo il ricordo del sindaco di Milano Beppe Sala: «Esprimiamo profondo cordoglio per la scomparsa di Giulia Maria Crespi, fondatrice e presidente onorario del Fai, donna colta e sensibile, imprenditrice lombarda che ha dedicato la propria vita alla valorizzazione del nostro patrimonio culturale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparatoria a Olginate, morto l'uomo colpito nell'agguato

  • Sparatoria di Olginate, Passoni: «Parenti della vittima in collera, ma serve mantenere la calma»

  • Dove gustare un buon aperitivo a Lecco

  • Agguato a Olginate, esplosi colpi di pistola: uomo in condizioni gravissime

  • Everesting completato! Diciassette ore e quarantuno minuti tra Valmadrera e Pianezzo, l'impresa di Butti e Ciresa

  • Cacciatore colto da malore: elitrasportato a Lecco in gravi condizioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento