Strisciava con una zampa tranciata: salvato svasso a Valmadrera

L'intervento del Wwf e della Polizia provinciale ha permesso di salvare un esemplare gravemente ferito alla foce del Rio Torto.

Strisciava, spostandosi a fatica, sulla sponda del lago. Senza una zampa, completamente tranciata. Una condizione nella quale non sarebbe sopravvissuto a lungo. L'intervento del Wwf e della Polizia provinciale ha permesso di salvare uno svasso maggiore gravemente ferito.

È accaduto lunedì mattina a Valmadrera, nella zona a lago vicino la foce del Rio Torto. Ad accorgersi delle sofferenze dell'animale Stefania Berna, consigliere del Wwf Lecco, che ne ha notato il comportamento decisamente anomalo. Lo svasso, infatti, rimane poco tempo sulla terraferma, preferendo nuotare o tuffarsi a caccia di pesci.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Berna ha chiamato subito gli agenti di Polizia provinciale, competenti per la fauna selvatica, che hanno scoperto il motivo delle difficoltà dell'uccello: una zampa tranciata di netto. Lo svasso è stato così trasportato in una struttura idonea per essere curato. L'appello lanciato dal Wwf è salvaguardare la fauna selvatica presente nel nostro territorio, una vera ricchezza, contribuendo a segnalare eventuali situazioni critiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Ospedale di Lecco, «in caso di necessità pronti ad accogliere 200 pazienti covid»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento