Cronaca

Zamperini su via De Gasperi: "A Santo Stefano servivano parcheggi"

Il consigliere di Fratelli d'Italia commenta: "Auspichiamo che ora il rione venga coinvolto in un progetto per una nuova viabilità"

Lavori per i parcheggi in via De Gasperi

"Anche il consigliere comunale di Fratelli d'Italia, Giacomo Zamperini, interviene sulla questione dei parcheggi in via De Gasperi, dopo Filippo Boscagli (Ncd). "Quando si toglie del verde pubblico per fare spazio al cemento è sempre un dispiacere. Nel caso specifico, è sicuramente mancato il coinvolgimento dei cittadini del rione nella partecipazione al nuovo progetto -accusa Zamperini -. Qualcuno si è giustamente imbufalito per aver trovato un cantiere sotto casa senza che nessuno fosse stato avvertito. Detto questo, non trovo logiche le proteste, da ambo gli schieramenti, di chi fino a ieri difendeva i cantieri e le ruspe dai No-Tav e adesso si riscopre novello ambientalista."

Conclude il consigliere: "Tutti sanno quanto nella zona del viale Turati servissero nuovi parcheggi. Adesso che, dopo anni di nostre richieste inascoltate, vengono finalmente realizzati, qualcuno si strappa le vesti. A noi della diatriba pre-elettorale interessa poco. Aspettiamo di vedere la fine dei lavori, ma il fatto che vengano realizzati nuovi parcheggi al posto di qualche ciuffo d'erba, troppo trascurato negli anni tanto da cadere nel degrado, non ci scandalizza affatto. Anzi, auspichiamo che il rione venga coinvolto anche in un progetto nuovo per la viabilità che possa garantire da una parte la vivibilità del quartiere, e dall'altra la salvaguardia dei servizi essenziali per i commercianti ed i cittadini della zona".

"Lo spazio verde può essere recuperato in altre aree di Santo Stefano -conclude il consigliere - ora bisogna concludere i lavori sistemando la rotonda sopra la via, all'imbocco della galleria, ed impegnarsi nel combattere il proliferare del degrado sempre maggiore in questa zona della nostra città. Troppi episodi di risse, furti e vandalismi hanno interessato il viale in questi ultimi tempi. Se ai lecchesi chiediamo di rispettare le regole, debbono assolutamente farlo anche gli stranieri che risiedono nel rione. Se qualcuno di loro non è d'accordo, è liberissimo di tornare nel proprio paese d'origine: nessuno di noi lo trattiene"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zamperini su via De Gasperi: "A Santo Stefano servivano parcheggi"

LeccoToday è in caricamento