Csi a 7: il Rossino vola in Eccellenza

La squadra biancorossa ottiene la promozione alla categoria superiore

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Piccola è la società ma grande è la soddisfazione. Gli Open vincono per 1-0 lo scontro diretto con il V2 Radici di Villa Vergano e trionfano nel campionato CSI guadagnandosi coì la promozione in eccellenza. Una coreografia da champion e un tifo scatenato hanno portato gli splendidi ragazzi della triade Castelnuovo-Limonta-Cerri alla vittoria, coronando quello che inizialmente sembrava un sogno ma che è diventato via via una splendida realtà. Lo striscione esposto "la vittoria è grande, ma ancora di più è l'amicizia" racchiude i valori e lo spirito con il quale i ragazzi del Rossino scendono in campo. Da sottolineare l'imbattibilità interna: la speranza di uscire vincenti da Rossino scompare già percorrendo i primi tornanti che portano al campo dell'oratorio prima ancora di vedere il vicino Castello che i "cavalieri" biancorossi difendono con onore e orgoglio. Successi a ripetizione e primato in classifica anche per gli under 12 dei mister Lanfranchi e Barbotti che continuano la tradizione che vede i bambini del Rossino sempre ai vertici. Soddisfazione ancora più grande se si pensa alle difficoltà di inizio stagione legate alla cronica mancanza di bambini da tesserare: speriamo che gli ottimi risultati ottenuti grazie alla capacità degli allenatori portino nuove leve per il prossimo anno. Piccoli che crescono dando i primi calci e iniziando a calcare i campi di calcio grazie all'esperienza e la simpatia di mister Manolo Pettinaroli che oltre ai primi consigli di tecnica porta avanti quella che è la grande forza della Polisportiva Rossino: l'amicizia e la voglia di divertirsi prendendo a calci un pallone. Un grazie particolare la dirigenza lo riserva a Don Luciano, ai genitori e a tutti quelli che si impegnano perché una piccola ma splendida realtà possa continuare.

Torna su
LeccoToday è in caricamento