rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
L'allarme

Il caro energia mette in crisi anche gli agriturismi: rischiano in 1.700

L'analisi condotta da Coldiretti Como Lecco si riferisce alle tante imprese aperte sui due rami del Lario

Soffrono anche gli agriturismi lariani. L'aumento esponenziale dei costi e il caro energia mettono a rischio il futuro degli oltre 1.700 agriturismi presenti in Lombardia con più di mezzo milione di presenze all’anno delle quali circa la metà di turisti stranieri. Lo spiega Coldiretti nel sottolineare che la crescita vertiginosa delle spese da sostenere compromette la sostenibilità economica dell’offerta turistica nelle campagne lombarde dove l’alloggio (servizio offerto dal 55% del totale delle strutture) e la ristorazione (offerto dal 66% del totale) sono i due pilastri dell’agriturismo, secondo l’ultima analisi Istat. 

“Centrale per il Made in Italy”

“Nel corso degli ultimi anni - spiega Emanuele Bonfiglio, presidente Terranostra Como Lecco - si è ampliata la gamma di servizi offerti e a quelli tradizionali, quali ristorazione e alloggio, se ne sono affiancati altri come degustazione, passeggiate a cavallo, escursioni, osservazioni naturalistiche, trekking, mountain bike, fattorie didattiche, corsi”. L’emergenza bollette - precisa Coldiretti Como Lecco - colpisce ora un settore che mostrava segnali positivi dopo le difficoltà determinate dall’emergenza Covid.

“L’agriturismo svolge un ruolo centrale per la vacanza Made in Italy - conclude Bonfiglio – perché contribuisce in modo determinante al turismo di prossimità nelle nostre campagne e nei piccoli borghi, alla scoperta delle tipicità agroalimentari nostrane e delle bellezze dei nostri territori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caro energia mette in crisi anche gli agriturismi: rischiano in 1.700

LeccoToday è in caricamento