menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente di ANCE Lecco Sergio Piazza

Il presidente di ANCE Lecco Sergio Piazza

ANCE Lecco: il rilancio del settore passa per il rinnovo edilizio urbano

Nel tardo di pomeriggio di oggi, venerdì 28 novembre, presso la sede dell'ESPE, si è tenuta l'assemblea annuale di ANCE Lecco, Associazione Nazionale Costruttori Edili, dal titolo "Rigenerazione urbana: sfida e opportunità"

Presso l’ESPE, oggi venerdì 28 novembre, si è tenuta l’assemblea annuale pubblica di ANCE Lecco, Associazione Nazionale Costruttori Edili con tema principale “Rigenerazione urbana: sfida e opportunità” .

L’apertura dei lavori è stata tenuta dal presidente Sergio Piazza cheha esordito sottolineando come il 2014 sia stato, per i costruttori edili, un anno difficile, anzi più difficile degli anni passati ed ad aggravare la situazione ci sono le previsioni economiche dalle quali si evince che la ripresa è ancora lontana da venire. Una crisi, prosegue Piazza nella sua relazione, che anziché attenuarsi si aggrava viepiù, come forse nessuno si aspettava.

I dati che il presidente di ANCE Lecco snocciola davanti agli associati sono disarmanti: in Italia dal 2012 al primo semestre 2014 si sono persi nel settore edile quasi 250.000 occupati. Oltre 57mila imprese edili hanno chiuso dal 2008 al 2012. In Lombardia, dal 2008 ad oggi, e dunque quasi sette anni, l’industria delle costruzioni ha perso circa 90mila posti di lavoro (da 347mila a 267mila occupati), mentre nei cinque anni che vanno dal 2008 al 2012 sono uscite dal mercato oltre 12mila imprese.

Sempre dal 2008 al 2012 i permessi di costruire si sono ridotti di oltre il 70%, passando da 61.888 a 18.806, mentre le compravendite di unità immobiliari ad uso abitativo sono crollate da 141.558 a 81.514 nel 2013.

Anche i mutui erogati per investimenti in edilizia sono scesi drasticamente: dai quasi 8 miliardi e mezzo del 2007 in edilizia residenziale sono calati del 60,1%, con un’ulteriore diminuzione nel primo semestre di quest’anno del 12%, per l’edilizia non residenziale addirittura il crollo è stato in sette anni del 70,8%, con un’ulteriore variazione negativa nei primi mesi del 2014 del 17,1%.

Anche sul versante pubblico la situazione è drammatica, con una netta diminuzione dei bandi di gara. Il valore complessivo di questi si è ridotto dal 2001 al 2013 da 3.287 a 2.398 milioni di Euro, per calare ulteriormente a 1.273 milioni di Euro nei primi mesi del 2014, con una perdita secca del 61,3%.

In questo quadro negativo Lecco non fa eccezione. Anche quest’anno le imprese iscritte sono idminuite, passando da 698 a 648 (-7,2%), mentre i lavoratori sono calati di 338 unità (da 3.067 a 2.729, pari al -11%) e le ore lavorate sono scese da 207.006 a 172.447 (pari a -16,7%). Impressionante la perdita di aziende rispetto al 2008 con un -291 imprese, 1.715 lavoratori (38,6%) a 99.545 ore lavorate (38,6).

La ripresa del settore, prosegue nella sua relazione Piazza, passa attraverso la ripresa dell’intero Paese ed insieme ad esso crescerà la fiducia della gente. La crescita dell’Italia può avvenire solo attraverso di vero e proprie riforme strutturali, con la diminuzione del costo del lavoro e del denaro.

Piazza conclude con un forte richiamo affinchè le norme che prevedono una drastica riduzione del consumo di suolo, siano accompagnate da norme che facilitino la ristrutturazione e aggiornamento dell’enorme patrimonio immobiliare italiano, il che permetterebbe al sistema di non andare in una crisi irreversibile e definitiva. Insomma vanno bene i paletti, ma che questi siano fatti con giudizio e ponderazione.

Ecco l’elenco degli associati premiati al termine dell’assemblea sono stati:
per i 44 anni di appartenenza all’associazione:
Paolo Bianchi, dell’Impresa Bianchi Costruzioni Srl di Ballabio

per i 43 anni di appartenenza all’associazione;
Riva Guido dell’Impresa Riva Carlo e C. Snc di Cesana B.
Sangiorgio Alfredo dell’Impresa di costruzioni Augusto & Alfredo Sangiorgio Srl di Cesana Brianza
Mario Sangiorgio dell’Impresa Costruzioni Edili Sangiorgio Srl di Garbagnate Monastero

per i 41 anni di appartenenza all’associazione;
Pelucchi Roberto dell’Impresa Pelucchi Srl di Sirone
Salvatore Fontana di Mandello del Lario
Marco Pensa dell’Impresa Pensa Costruzioni & Asfalti Srl di Valmadrera

per i 40 anni di appartenenza all’associazione;
Impresa F.lli Colombo Srl di Cesana Brianza

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento