rotate-mobile
Economia Dolzago

I 60 anni dell'azienda brianzola che punta sui giovani e il team

Festa di compleanno per la Meroni di Dolzago: "L'energia delle nuove generazioni e il lavoro di squadra un valore aggiunto. Guardiamo al futuro, anche con Mytech"

Ha raggiunto i suoi primi 60 anni il 23 gennaio e ha celebrato questo importante traguardo con una cena di gala che si è tenuta nella serata di ieri, la Meroni F.lli di Dolzago. Fondata nel 1963 dai Fratelli Gilindo e Mario Meroni, con il supporto di Santina Corti, l’azienda si concentra inizialmente sulla produzione di pomoli e poi maniglie, portabiti, attaccagli e minuteria metallica per ferramenta.

Negli anni l’attività di Meroni - che resta interamente di proprietà della famiglia ed è oggi guidata da Maria Luisa Meroni, Presidente e AD, affiancata dalle Socie Cristina e Milena Meroni, si sviluppa e muta pelle, sollecitata dalla spinta alla crescita e dagli stimoli del mercato, specializzandosi nella progettazione e costruzione di stampi oltre che nella lavorazione a freddo delle lamiere. Attualmente l’azienda con sede a Dolzago, che conta sulla collaborazione di circa 50 dipendenti e su una articolata rete di subfornitura, si distingue come partner di eccellenza per molte realtà leader nei diversi comparti del settore metalmeccanico garantendo qualità per l’intero ciclo di produzione, dalla progettazione alla consegna.

Maria Luisa Meroni: "Fin dall'inizio al lavoro con passione e forza di volontà. Ora nuovi obiettivi"

Alla serata, che si è tenuta nel reparto logistico dell’azienda allestito per l’occasione, con la famiglia erano presenti dipendenti e collaboratori, autorità e stakeholder, clienti e fornitori per festeggiare un traguardo che, ha detto Maria Luisa Meroni nel suo discorso "siamo certi rappresenti solo uno dei momenti sulla nostra linea del tempo, proiettata a un futuro ancora da scrivere".

"Le storie - ha detto ancora l’imprenditrice, ripercorrendo le tappe fondamentali della realtà nata in una cantina dall’iniziativa dei due fratelli Meroni - sono fatte sempre da tanti personaggi e tutti quelli che hanno
fatto parte della nostra azienda, che in essa hanno creduto, ne sono stati protagonisti, a cominciare dalla mia famiglia. Grazie davvero perché questa è una storia che inizia con tanta passione e forza di volontà, ma anche una storia di collaborazione, di squadra e voglio ringraziare tutti i nostri dipendenti per il lavoro, la passione, la dedizione che hanno rivolto all’azienda, la fiducia che in essa hanno riposto e perché continuano ad essere al nostro fianco affrontando nuove sfide".

Plinio Agostoni e Maria Luisa Meroni.

"Un grazie va anche ai nostri clienti che ci hanno accompagnato in tutti questi anni, che hanno creduto in noi, a quelli storici che hanno sempre accompagnato i nostri passi, ai nuovi che ci stimolano continuamente con nuove vision e dinamiche sempre innovative - ha proseguito Maria Luisa Meroni - Ai nostri fornitori che hanno scritto la storia insieme a noi, che ci affiancano nei progetti sempre più ambiziosi, agli Istituti bancari che rappresentano un aspetto imprescindibile della vita aziendale".

"Mytech, il nostro marchio presente sul mercato di accessori per moto"

Passo fondamentale per la crescita dell’azienda con sede nella Brianza lecchese è stato, negli anni duemila, la scelta di internazionalizzarsi con l’apertura di uno stabilimento in Bulgaria, a Ruse. "Oltre all’apertura internazionale - ha evidenziato inoltre Maria Luisa Meroni - un altro progetto su cui abbiamo investito tante energie è Mytech, un marchio interamente nostro e direttamente presente sul mercato con accessori per moto. Grazie al dinamismo della nuova generazione recentemente entrata in azienda, è fonte di grande soddisfazione tanto che rappresenta ormai un capitolo centrale, con un proprio spazio: Mytech è il futuro, la punta di diamante dell’innovazione. Nei nostri giovani riponiamo la nostra fiducia e stima e siamo certi che rappresentino un imprescindibile valore aggiunto"

"Non posso fare a meno di ricordare che la storia della nostra azienda è sempre stata accompagnata dall’associazionismo, da una forte interiorizzazione della cultura d’impresa - ha ricordato inoltre Maria Luisa Meroni - Posso dire che mio padre mi ha trasmesso la passione per le attività associative, per la condivisione di tempo ed esperienze con i colleghi, che ritengo possano sempre fornire spunti e suggerimenti preziosi. Sono fermamente convinta che il lavoro di squadra possa e debba fare la differenza e sarà importante per affrontare il nuovo cambio culturale nella direzione della sostenibilità, nel quale siamo impegnati con senso di responsabilità verso le nuove generazioni e non solo per assecondare le richieste dei mercati”.

Plinio Agostoni, presidente di Confindustria Lecco: "Complimenti per la crescita e i progetti importanti"

E così, l’azienda Meroni, da tre generazioni nell’anima della lamiera, non si accontenta solo di festeggiare il significativo traguardo dei 60 anni, ma è già improntata al futuro e a progetti innovativi, come testimoniato, tra il resto, dall’apertura due anni fa del centro di Ricerca e Sviluppo a Rovereto. "È stato un piacere partecipare ai festeggiamenti per il raggiungimento di un traguardo importante come i 60 anni di attività dell’azienda associata Meroni e mi congratulo sinceramente non solo per il percorso di crescita sin qui compiuto, ma anche per i nuovi progetti che stanno già portando verso i prossimi obiettivi - ha sottolineato il Presidente di Confindustria Lecco e Sondrio, Plinio Agostoni - È per noi motivo di orgoglio annoverare nella nostra compagine la collega Maria Luisa Meroni, che ha portato e porta un contributo importante all’attività della nostra Associazione, dove ha ricoperto il ruolo di Rappresentante della Piccola Industria nel Consiglio di Presidenza. Ricordo inoltre il suo impegno a livello internazionale con l’attuale carica di Presidente di Confindustria Est-Europa e il passato incarico come Presidente di Confindustria Bulgaria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 60 anni dell'azienda brianzola che punta sui giovani e il team

LeccoToday è in caricamento