rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Economia Calolziocorte / Corso Dante Alighieri

Calolzio, i 10 anni di Confartigianato: "Molti servizi, vogliamo continuare a crescere"

La responsabile Monica Pigazzini: "I nostri uffici offrono un’assistenza a 360° a imprese e cittadini: dal fiscale alla consulenza del lavoro". E da gennaio Patronato e Caaf raddoppiano

Il presidio calolziese di Confartigianato Lecco compie 10 anni e vuole continuare a crescere, all'insegna di servizi e consulenze per imprese e cittadini. Per questo da gennaio il Patronato e il Caaf raddoppieranno. Se n'è parlato oggi in occasione di una conferenza stampa organizzata proprio nella sede di corso Dante 29 dove Daniele Riva (presidente di Confartigianato Imprese Lecco), Monica Pigazzini (responsabile della delegazione di Calolzio), Vittorio Tonini (segretario generale Confartigianato Lecco), Innocenzo Sartor (Zona 4 Valle San Martino-Galbiate) e i loro collaboratori hanno illustrato l'impegno messo in campo dal 2011 a oggi al fianco degli associati a supporto della gestione del proprio business.

I numeri della Delegazione di Calolzio

I numeri parlano chiaro: sono 540 le imprese associate nella zona 4 che comprende non solo la città di Calolzio, ma anche Airuno, Erve, Carenno, Galbiate, Garlate, Olginate, Monte Marenzo, Pescate, Torre De' Busi, Valgreghentino e Vercurago. Dieci gli addetti che si occupano di servizi alle imprese a 360° oltre a garantire ai cittadini servizi come Isee e modello 730. Sono circa 200 le imprese-utenti del servizio fiscale per contabilità ordinaria, semplificata e regimi forfettari; 192 quelle che richiedono servizi in materia di diritto del lavoro, modelli 770, autoliquidazioni Inail, Tfr, oltre a 967 cedolini paga eleborati ogni mese.

Relatori-2

"Nel 2011, proprio in questi tempi, avevamo inaugurato la sede dove ci troviamo oggi scommettendo sul futuro della Delegazione - ricorda Daniele Riva - La sede territoriale esisteva già a Calolziocorte ed era situata nell'ex piazza del Mercato, dove, negli anni Novanta, abbiamo assorbito prima l'Associazione Artigiani Bergamo poi l'Unione Artigiani Bergamo. Da quel momento l'attività per i nostri addetti è sempre stata in crescita, tanto che siamo passati da 4 a 10 dipendenti".

Confartigianato si era così trasferita in nel "villino" storicamente conosciuto dai calolziesi perché già sede di Comunità montana valle San Martino prima e dei consultori poi. "Una scelta - aggiunge Riva - che oggi chiameremmo di rigenerazione urbana, di salvaguardia del patrimonio edilizio esistente, per stare nell'attualità, ma che 10 anni fa per Confartigianato ha voluto dire investire in modo lungimirante sul decentramento dei servizi rispondendo a una politica di radicamento sul territorio per essere sempre più vicini alle nostre imprese".

Ingresso-2

"Per me e per i miei collaboratori - commenta Monica Pigazzini - è motivo di orgoglio poter ricevere i nostri artigiani in una sede dal passato, e dal presente, prestigioso. I nostri uffici si sviluppano su due piani e offrono un'assistenza a 360° all'imprenditore e alla sua famiglia: dai servizi fiscali, a quelli delle consulenze sul lavoro, dai cedolini paghe ai 730, dai modelli Isee alla gestione delle pratiche per colf e badanti, fino a quelle più recenti legate al Covid, come l'ottenimento dei bonus per le partite Iva. Se facciamo un rapporto tra le imprese associate e gli addetti, significa che ognuno di noi gestisce in media i rapporti con 54 aziende di diversa natura: dalle imprese edili agli impiantisti, dagli operatori del benessere ai lavoratori del legno, dalle minuterie metalliche alle gastronomie e molto altro. Il lavoro è tanto, diversificato e si evolve di pari passo con i cambi normativi. In particolare - conclude la responsabile della delegazione di Calolzio - stiamo notando un aumento di richieste sul territorio per quanto riguarda i servizi offerti da Patronato e Caaf".

I nuovi servizi al via nel 2022

E proprio quest'ultimo aspetto riguarda la principale novità 2022. "Da gennaio il Patronato Inapa e il Caaf raddoppieranno - spiega Vittorio Tonini - Visto l'alto numero di pratiche gestite dalla sede centrale e la loro percentuale di provenienza dalla Zona 4 Valle San Martino e Galbiate, apriremo un front office nella Delegazione di Calolzio per velocizzare il servizio e per far sì che l'imprenditore e la sua famiglia, così come gli artigiani in pensione e i comuni cittadini, possano trovare risposte immediate senza dover raggiungere Lecco, cosa che di questi tempi può voler dire sprecare tempo prezioso. All'organico attuale si aggiungerà una risorsa esperta in materia. L'obiettivo è stringere ancora di più il legame con il territorio e le sue imprese. Partiremo con questa novità a Calolzio per poi valutare se i numeri ci porteranno a fare scelte simili nelle altre delegazioni".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calolzio, i 10 anni di Confartigianato: "Molti servizi, vogliamo continuare a crescere"

LeccoToday è in caricamento