menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Cinema Lariano in una foto d'epoca

Il Cinema Lariano in una foto d'epoca

Cinema Lariano, vita nuova per la storica sala? «Progetto pronto per la presentazione»

Valsecchi assicura: «Abbiamo le credenziali per partecipare al bando governativo da centoventi milioni di euro». Tra venti giorni il progetto atterra in Commissione I

Potrebbe davvero rivivere il mito del Cinema Lariano. Dopo anni di boutade e progetti andati alla deriva, potrebbe essere nuovamente il giunto il tempo della storica sala di via Caprera, nata nel primo Novecento al posto dell'ex officina Mattarelli e chiusa ormai da trent'anni. Il cinema accoglieva, dopo il restauro avvenuto nel 1927, circa settecento persone, disposte su due livelli della sala. All'esterno, poi, era stata costruita l'arena estiva: un pezzo di storia lecchese, divenuto maceria e quasi dimenticato.

Da circa due anni è nato il Comitato per il Nuovo Cinema Lariano, che ha promosso la riapertura della struttura. A (relativamente) stretto giro di posta le speranze potrebbero mutare in realtà: il progetto preliminare di ristrutturazione della sala, di proprietà del Comune di Lecco, è infatti stato stilato e affidato all'assessore al patrimonio e ai lavori pubblici Corrado Valsecchi, che mercoledì 23 maggio lo presenterà alla Comissione I (lavori pubblici e patrimonio).

Cinema a Lecco: i lettori sognano la riapertura di una sala storica

«Vogliamo salire sul treno fatto partire dal Governo, che a breve emetterà un bando a fondo perduto da complessivi 120 milioni di euro (40 milioni per tre anni) tramite il Ministero alla Cultura e allo Spettacolo - spiega l'assessore Valsecchi -. Abbiamo tutte le credenziali per poter accedere all'erogazione del contributo, ma non ci precludiamo la possibilità di discutere con i privati interessati all'immobile. Lavorare al Cinema Lariano, che abbiamo capito essere una zona di forte interesse pubblico, ci permetterà inoltre di non mettere mano al piano di governo del territorio (PGT)».

Si può pensare di convivere con il multisala che, stando a quanto diffuso, troverà spazio all'ex area Fomp di Valmadrera? «Il nostro progetto non è in contrapposizione con la realizzazione di una multisala dentro o fuori Lecco, quei luoghi hanno dinamiche commerciali completamente diverse. Il preliminare, la relazione tecnica e quella storico-culturale sul Lariano mi fanno credere che abbiamo veramente buone possibilità di ridarlo alla cittadinanza. Appena i tempi saranno maturi, scenderemo a Roma e affideremo alla commissione il nostro progetto, che uno studio privato ci ha concesso di poter utilizzare con estrema gentilezza. Gli ingredienti per farcela, lo ripeto, ci sono tutti», conclude Valsecchi.

Attualmente il Cinema Lariano è un cumulo di macerie e, ovviamente, necessiterà di profondi interventi strutturali all'interno, che porteranno a una riduzione della capienza. L'idea è quella di realizzare nuove sale polivalenti all'interno del Lariano, non solo per il cinema, ma anche per le attività didattiche, i concerti e il teatro.

Di più se ne saprà tra venti giorni, quando la Commissione riceverà il progetto e ascolterà l'intervento di tecnici, dirigenti e dello stesso Valsecchi. Una presentazione ufficiale del progetto, quindi, agli uffici comunali e all’opinione pubblica, che potranno farsi un’idea sulla bontà dello stesso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento