La scommessa di Coldiretti: costruire una "nuova cucina" made in Lario

Dagli "stati generali della Gastronomia lariana" emerge la volontà di parlare alle nuove generazioni e costruire un saldo percorso che parta dal ruolo dell'agricoltura nella filiera per concretizzare il valore etico, reale e culturale del cibo

Nella foto, l'intervento di Francesca Biffi

Costruire una "nuova cucina" made in Lario, che parta dalla terra con un forte carattere di identità e gusto. È la scommessa che Coldiretti Como Lecco raccoglie all'indomani degli "Stati Generali della Gastronomia Lariana" tenutisi mercoledì 6 marzo a Lariofiere, nell'ambito della giornata conclusiva di RistorExpo.

Turismo: un milione e 200mila euro di contributi alle imprese

Un impegno, quello di SlowFood e del suo fiduciario Antonio Moglia, concretizzatosi nella capacità di riunire tutti i principali attori dell'agroalimentare comasco e non solo e dar vita a un interessante e corposo dibattito, con oltre 20 interventi in scaletta.

Ne è emersa, soprattutto, la volontà di parlare alle nuove generazioni e costruire un saldo percorso che parta dal ruolo dell'agricoltura nella "filiera del cibo" per concretizzare il valore etico, reale e culturale del cibo. Nella foto, l'intervento di Francesca Biffi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La terra trema: in serata terremoto rilevato nel territorio di Ello

  • Bollo auto: ecco cosa cambia nel 2020

  • Barzio: tragedia sullo Zucco Angelone, arrampicatore cade durante la scalata e perde la vita

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

  • Satech si amplia con una nuova sede e trenta assunzioni per il 2020

  • Tragedia a Osnago: attraversa i binari e muore sotto il treno

Torna su
LeccoToday è in caricamento