Colico, capitolo turismo: "Imposta di soggiorno e Consorzio per il rilancio"

La Lista civica "Noi per Colico" presenta la ricetta per riemergere dalle sabbie mobili

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

La lista civica “Noi per Colico” ritiene che il settore turistico rappresenti un fattore trainante, una sorgente da cui attingere per incrementare lo sviluppo economico e sociale del nostro territorio.

A tal fine il movimento intende attivarsi per costituire un Consorzio Turistico locale, a cui chiunque si potrà consorziare, e che opererà per creare una rete e un miglior coordinamento tra le Istituzioni, le Associazioni e gli imprenditori che già operano nel comparto turistico colichese. 

Altro passo fondamentale sarà l’introduzione dell’imposta di soggiorno per i turisti, i cui proventi saranno utilizzati per migliorare l’offerta turistica stessa e potenziare tutta una serie di servizi a beneficio dei visitatori, certo, ma anche di tutti i colichesi. Questa imposta è già stata introdotta da alcuni Comuni turistici del Lago di Como, ad esempio quello di Varenna che la scorsa stagione ha ottenuto risultati decisamente incoraggianti. 
Un’azione su più fronti, dunque, ma guidata da un unico obiettivo: far fare a Colico quel tanto atteso salto di qualità nel settore turistico, che avrà ricadute positive per l’intera cittadinanza.
 

Torna su
LeccoToday è in caricamento