rotate-mobile
Economia Olate / Viale Tonale

I commercialisti premiano i 35 anni di attività professionale e accolgono i nuovi iscritti

L'assemblea annuale dell'ordine di Lecco. Presente anche Elbano de Nuccio, presidente del Consiglio nazionale

Assemblea annuale per l'ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Lecco che si è riunita nei giorni scorsi alla presenza di Elbano de Nuccio, presidente del Consiglio nazionale. Nell'occasione sono stati premiati 5 iscritti che hanno tagliato il traguardo dei 35 anni di attività professionale, ed è stato dato il benvenuto ai nuovi iscritti. Il tradizionale incontro per gli iscritti alla categoria è stato ospitato nell'auditorium della casa dell'economia di via Tonale.

"Esprimo un vivo ringraziamento al presidente de Nuccio per la sua presenza e desidero ringraziare tutti i consiglieri che in questo primo anno di mandato hanno lavorato con competenza e impegno a favore del nostro Ordine" - ha esordito Marco Barassi, presidente dei commercialisti di Lecco aprendo i lavori dell'assemblea.

Il presidente Barassi: "Quadro complesso, l'inflazione colpisce duro imprese e famiglie"

Nella sua relazione, Barassi ha delineato il contesto economico e normativo in cui la professione si trova oggi ad operare. "Sebbene gli effetti della pandemia sembrino in buona parte superati, il quadro generale resta oltremodo complesso - ha sottolineato il presidente - I fattori che hanno inciso particolarmente sul 2022 sono stati l’aumento dell’inflazione a livelli sconosciuti negli ultimi decenni, le fluttuazioni dei prezzi delle materie prime, le politiche restrittive delle banche centrali, le tensioni geopolitiche e la crisi energetica. Gli effetti della tensione inflattiva sui prezzi si stanno manifestando più lunghi di quanto inizialmente ipotizzato".

Le conseguenze, ha rimarcato Barassi, si sono manifestate in particolare con "un impatto rilevante sui conti delle imprese e sui bilanci della famiglie, con una perdita di potere d'acquisto rilevante per queste ultime e, nel medio periodo, ne potrebbe derivare una riduzione dei consumi". L'auspicio, ha aggiunto il presidente dell'Ordine, è che "il governo possa offrire una prospettiva di stabilità politica assicurando, nell’arco della legislatura, il tempo necessario per realizzare riforme con la dovuta ponderazione e condivisione, così da garantire un quadro di riferimento stabile, condizione necessaria perché i vari attori - in particolare cittadini e imprese, con i loro consulenti - possano assumere decisioni di cui sia possibile prevedere gli effetti".

Il disegno di legge delega per la riforma fiscale è guardato con evidente interesse dalla categoria: "Pur essendo prematuro ogni giudizio, il provvedimento delinea la volontà di migliorare significativamente l’ordinamento tributario con la necessaria attenzione a misure atte a conferire maggiore competitività internazionale, all’imposizione reddituale, con un alleggerimento e razionalizzazione degli adempimenti imposti ai contribuenti e, indirettamente, ai loro professionisti".

Il Consiglio dell'ordine di Lecco con al centro il presidente De Nuccio.

L'insediamento del nuovo Consiglio nazionale, rappresentato dal presidente de Nuccio, "ha segnato un deciso cambio di passo - ha rimarcato Barassi - Il dialogo tra Consiglio nazionale e istituzioni è diventato un elemento quotidiano che permette alla rappresentanza di categoria di offrire un bagaglio di competenze tecniche utile a una migliore produzione normativa. La menzionata revisione del sistema fiscale, i vari interventi nella materia della crisi d’impresa, solo per citare alcuni rilevanti ambiti in cui l’apporto dei commercialisti è fondamentale, poggiano oggi su un assetto stabile degli organi esponenziali della categoria e su di una piena legittimazione degli stessi al fine di interloquire proficuamente nelle scelte della politica”.

Il presidente De Nuccio: “Il nostro ruolo è centrale nel sistema economico”

"Questo è un momento particolare per la nostra professione perché ci troviamo di fronte ad una transizione culturale e professionale in cui è fondamentale ridefinire il nostro ruolo e la nostra funzione a livello tecnico e sociale - ha affermato Elbano De Nuccio - Fin dal suo insediamento, il Consiglio nazionale si è posto l’obiettivo di rendere nuovamente visibile la figura del commercialista non come meramente fiscalista, ma come consulente d’impresa a 360 gradi non solo nell’interesse del singolo imprenditore, ma soprattutto con una funzione di carattere pubblicistico a fianco delle istituzioni, come presidio di legalità nella tutela del pubblico interesse. È per questo motivo che il Consiglio nazionale, consapevole dei trend evolutivi del sistema economico in cui operiamo quotidianamente, ha voluto costruire un dialogo leale e costruttivo con le istituzioni e i rappresentanti di governo che ha già portato a importanti e concreti risultati".

"È nostra intenzione ribadire sempre di più la centralità del ruolo del commercialista nel sistema economico nazionale grazie alle competenze tecniche che ci distinguono da altri competitor che professionisti non sono - ha aggiunto il presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti - Lo abbiamo fatto sia nell’ambito della legge delega fiscale, lo faremo anche nell’ambito del Pnrr e, ancora di più, della sostenibilità. Oggi più di ieri il Paese ha bisogno della nostra capacità e della nostra conoscenza, ma soprattutto della nostra sensibilità rispetto allo stato di salute del sistema economico nazionale. I commercialisti sono davvero essenziali per questo Paese".

Un momento dell'assemblea.

I dati nel Lecchese: in lieve aumento le società di capitali, in calo quelle di persone

Nel 2022, il registro delle imprese della Camera di Commercio Como-Lecco indica 370 nuove iscrizioni di società di capitali e, contemporaneamente, 246 cessazioni. Vi sono 7.233 società di capitali, con un saldo positivo di 124 unità a cui corrisponde un tasso di crescita dell’1,7%. Continua la tendenza decrescente delle società di persone con 74 nuove iscrizioni e 156 cessazioni. Le imprese individuali appaiono sostanzialmente stabili con 846 ingressi e 834 cessazioni, e quindi un saldo positivo di 12 unità (+ 0,1%).

La cancelleria fallimentare del Tribunale di Lecco segnala che nel 2022 sono pervenute 47 nuove istanze di fallimento (70 nel 2021), 19 sono stati i fallimenti dichiarati (30 nel 2021) e 10 i concordati preventivi (7 nel 2021); quanto agli istituti regolati dal Codice della crisi d’Impresa, in vigore dal 15 luglio 2022, si sono avuti 22 procedimenti unitari e 3 liquidazioni giudiziali. Di conseguenza, nel 2022, al netto di quelle definite, le procedure pendenti sono complessivamente diminuite del 25,5%.

"Visto il susseguirsi negli ultimi anni di eventi rilevanti e di grande impatto sulla vita delle imprese - ha precisato in merito Barassi - non è facile interpretare questi dati che risentono, altresì, dell’introduzione, a metà del 2022, del nuovo Codice della crisi d’impresa. Questo quadro generale impone una particolare attenzione degli operatori e dei loro consulenti ai trend macroeconomici che, anche le piccole e medie imprese non possono, oramai, trascurare”.

I premiati per i 35 anni di attività professionale, il benvenuto ai nuovi commercialisti

I premiati per i 35 anni di attività.-2

A fine marzo erano 461 gli iscritti all'Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Lecco e il dato conferma, anche quest’anno, una leggera crescita. Anche a livello nazionale i dati pubblicati nel 2022 hanno confermato la tendenza all’aumento del numero degli iscritti al registro dei praticanti, dopo anni di diminuzione (+ 7,9% su base annua).

L'assemblea annuale dell'Ordine è stata così anche l'occasione per dare il “benvenuto” ai nuovi iscritti (Federico Ghigo, Davide Sironi, Debora Corti, Manuela Dell’Era, Francesca Borghetti, Stefano Grilli, Sara Pozzi, Lorenzo Dormia, Alice Ticozzi, Luca Lapertosa, Dino Lanotte, Rossella Michelin, Silvia Verlino e Fabiola Bellini) e per consegnare un riconoscimento agli iscritti che hanno raggiunto l'importante traguardo dei 35 anni di anzianità professionale. Sono stati cinque i professionisti premiati mercoledì: si tratta di Maria Venturini, Felice Tavola, Angelo Riva, Renato Portale e Michele Blandino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I commercialisti premiano i 35 anni di attività professionale e accolgono i nuovi iscritti

LeccoToday è in caricamento