Assemblea annuale per Confartigianato Lecco: oltre 200 partecipanti e 31 attività premiate

Il presidente Daniele Riva: «Le battaglie da vincere nei prossimi anni riguardano le nuove tecnologie e il digitale. Fondamentali innovazione e ricerca, ma l'esperienza sul campo resta un valore aggiunto»

I protagonisti dell'assemblea di Confartigianato Imprese Lecco che si è tenuta lunedì 25 novembre alla Casa delle Economie.

La Casa dell’Economia ha ospitato ieri, lunedì, l’Assemblea annuale pubblica di Confartigianato Imprese Lecco. Ad aprire i lavori, il presidente dell’Associazione, Daniele Riva e il segretario generale, Vittorio Tonini, che hanno accolto oltre 200 partecipanti tra rappresentanti del mondo economico, politico, delle Istituzioni, delegati dell’Associazione e imprenditori. Tema dell’incontro, che ha lo scopo di tracciare un bilancio delle attività dell'associazione di categoria nell’anno in corso e rispondere alle nuove sfide che si affacciano nel futuro prossimo delle Mpmi, il ruolo chiave che gli imprenditori artigiani ricoprono nel complesso sistema economico nazionale e la rotta da seguire per essere leader anche nel prossimo decennio.

I geometri lecchesi al Congresso nazionale di Bologna

«In questo momento - spiega Riva - siamo di nuovo alle prese con un’economia globale che vacilla e che non ci lascia ben sperare. Eppure sono pronto a scommettere che la nostra forza e la nostra potenza, rappresentata da oltre il 90% delle imprese italiane, sapranno dare, anche questa volta, il decisivo contributo per affrontare questa nuova prova. E lo faremo grazie a tutto ciò che siamo, alla nostra storia e al nostro saper guardare avanti. Passato, presente e futuro di un artigianato riconosciuto come unico nel mondo. Siamo usciti vincenti da un decennio di passione, saremo i protagonisti anche degli anni a venire».

Come? Facendo forza su quali leve? A queste domande hanno risposto gli ospiti, Pier Paolo Baretta, sottosegretario Ministero dell’Economia e delle Finanze, in collegamento Skype, Fabrizio Sala, assessore per la Ricerca, Innovazione, Università e Internazionalizzazione Regione Lombardia e Cesare Fumagalli, segretario nazionale di Confartigianato Imprese.

«Personalmente - prosegue Riva - ritengo che le battaglie da vincere nei prossimi 10 anni riguardino principalmente le nuove tecnologie, l’impresa 4.0 e il digitale. Credo profondamente che il futuro delle nostre imprese sia legato a doppio filo con quello dell’innovazione e della ricerca. L’introduzione di tecnologie di ultima generazione, alcune nate proprio dalla necessità e dall’ingegno artigiano, è indispensabile per far sì che il nostro patrimonio “manuale” non si disperda e anzi possa andare molto lontano. Anche se lo stereotipo dell’artigiano resta per molti quello del falegname che lavora il legno con le proprie mani, l’artigianato moderno è molto cambiato e, partendo sì da un’indubbia capacità manuale e un occhio “clinico” sul prodotto, sta introducendo nell’impresa tecnologia all’avanguardia, che per essere utilizzata richiede studi e esperienza sul campo».

Tra i temi toccati nella relazione del presidente Riva, non poteva mancare la Legge di Bilancio 2020. «Accogliamo con favore la conferma degli incentivi 4.0 ma in generale siamo di fronte a una nuova manovra che appare poco o per nulla espansiva e scarsamente coraggiosa. Una manovra che sembra orchestrata solo per scongiurare l’aumento automatico dell’Iva. Scansare un problema immediato, ma senza una visione futura, senza guardare più in là dell’emergenza quotidiana, non dà respiro alle nostre aziende. Oltre a vedere riconfermate due misure che giudichiamo inutili al mondo del lavoro, Quota 100 e reddito di cittadinanza, quest’anno ci troviamo davanti come unico grande slogan quello della lotta all’evasione fiscale, battaglia sacrosanta, che anche Confartigianato sostiene, ma che non deve andare in un’unica direzione. Ancora una volta ci spiace constatare che nel mirino c’è solo il piccolo imprenditore».

Preoccupazione espressa anche sull’export in stagnazione sia verso l’Europa che nel resto del mondo e i prossimi balzelli fiscali come l’obbligo, a partire dal 1° gennaio 2020, di introdurre in tutte le attività il registratore di cassa telematico.

Preoccupazione per i balzelli fiscali

«La nostra struttura si sta riorganizzando per essere sempre più competitiva e dare le risposte necessarie ai nostri associati - aggiunge Tonini - Sono state introdotte due nuove figure per sviluppare ulteriormente i bandi speciali in modo da favorire l’accesso delle piccole e medie imprese. Uno degli ostacoli che continuiamo a registrare non è tanto l’assenza di opportunità, ma la difficoltà ad accedervi. La stessa cosa vale per l’Area Internazionalizzazione ed Estero. Il 2019 si è concentrato inoltre su due obiettivi importanti, la rivoluzione del nostro sistema di comunicazione con un nuovo sito web e l’apertura della nuova delegazione di Introbio come riferimento per la Valsassina. Le sfide dirette del 2020 riguarderanno in particolare green economy e welfare. Siamo già al lavoro con numerosi progetti».

L’Assemblea pubblica annuale si è conclusa con il tradizionale appuntamento del Premio Fedeltà Associativa. Quest’anno sono 31 le aziende premiate che fanno parte di Confartigianato Imprese Lecco da oltre 40 anni.

"Fedeltà associativa": i nomi dei premiati

40 anni 

  1. Cartotecnica Del Pin sas di Pina Ivano e c. - Annone Brianza - Cartotecnica: impresa fondata a Valmadrera nel 1978 da Dell'oro Maria, nel 1982 entra a far parte dell'impresa il figlio Ivano Pina. Oggi la sede si trova ad Annone Brianza
  2. Trafilacciai snc di Rotta Luciano Giorgio Marco - Annone Brianza  -  Trafileria: da sempre associati a Confartigianato fin dall'inizio della loro attività nel  1978, prima con sede a Pescate, poi dal 1982 ad Annone Brianza
  3. Galbusera Alfonso srl - Barzago - Automazioni industriali: società fondata nel 1978 da Galbusera e Conti,  poi divenuta Galbusera Alfonso srl con sede da sempre a  Barzago
  4. Stamplast snc di Sironi & c. - Barzago - Costruzioni stampi per materie plastiche: società fondata nel 1978 a Garbagnate Monastero da Ambrogio Sirtori e Silvestro Sironi; nel 2000 la società è stata rilevata da Sironi, con la collaborazione della moglie Maria Fumagalli ed ora del figlio Mirco. La sede si trova a Barzago 
  5. Gaiardoni auto sas di Alex Gaiardoni e c. - Bosisio Parini - Autoriparazioni, carrozzeria e gommista: impresa nata come individuale da Walter Gaiardoni, ora divenuta sas con il figlio Alex. Walter Gaiardoni è il delegato comuale di Confartigianato Imprese Lecco di Bosisio Parini.           
  6. Copertificio Sangiorgio di Pietro Sangiorgio  -  Bulciago - Confezioni di articoli tessili d'arredamento: associata dal 1978, da sempre  impresa individuale di Sangiorgio Pietro Leonardo. La moglie Maria Teresa Galimberti ha sempre collaborato in azienda.    
  7. Società Giovanni Mandelli di Mandelli Giuseppe e c. Snc - Calco - Fabbricazione di profilati in legno: società  fondata nel 1978 da Giovanni Mandelli, ora i soci sono mandelli Giuseppe e Antonello, Giuseppe Rossi con il figlio Francesco
  8. Impresa edile Bolis Sergio - Calolziocorte - manutenzioni e ristrutturazioni edili: attività iniziata da subito associandosi a Confartigianato, da sempre con sede a Calolziocorte
  9. Paruzzi F.lli Snc - Colico - Officina meccanica: fondata da Antonio Paruzzi padre degli attuali titolari Massimo, Carlo e Mauro, inizialmente come impresa individuale con sede a Dervio, poi trasferitasi a Colico con variazione in Snc 
  10. Invernizzi Sergio impianti elettrici di Invernizzi Bruno - Cremeno - Installazione di impianti elettrici: impresa con sede  sin dallla fondazione a Cremeno, inizialmente individuale di Sergio Invernizzi, che tuttora lavora in azienda con titolare il figlio Bruno, da sempre con la collaborazione della signora Clara, moglie di Sergio.
  11. Colombo Amabilino  - Garlate - Installazione di impianti elettrici: impresa associata sin dall'inizio dell'attività nel 1978 con prima sede a Lecco, ora a Garlate.    
  12. Auto Motors Shop snc di Castelnuovo e Bonaiti - Lecco - Riparazione e vendita auto: società fondata nel 1978 da Felice Castelnuovo e Antonio Bonaiti con sede da sempre a Lecco
  13. Fumagalli Claudio - Lecco - Parrucchiere uomo: da sempre a lecco in via Partigiani sin dall'inizio attività nell'aprile 1978, ora l'attività è cessata
  14. Officina Previati di Pigozzo Eugenio & c. Snc - Lecco - Autoriparazioni: nata con i soci Pigozzo e Alizzi, dal 1985 viene fondata una nuova snc con soci Eugenio Pigozzo e la moglie Maria Rita Carenini 
  15. Cog. Car Motor di Colombo Gianpietro - Merate - Autoriparazione e vendita auto: associata dal  1978 prima con sede a Robbiate, ora la sede è a Merate.            
  16. Molino Cazzaniga Ermanno - Missaglia - Produzione di farine integrali macinate a pietra: impresa associata dal  1978. L'attività si tramanda da generazioni, dal 1870.      
  17. Tecnexpans srl  -  Olgiate Molgora  - Officina metalmeccanica: prima ditta F.lli Maggi Giuseppe e Marco con sede a Colle Brianza, oggi la nuova ragione sociale comprende i soci Marco Maggi, la moglie Rosa Caimi con i figli Andrea, Elena e Stefano  con sede ad Olgiate Molgora          
  18. Idrotermica Ponzoni sas di Ponzoni Luca e c. - Osnago - Impianti idro termo sanitari: attività iniziata come impresa individuale di Giuseppe Ponzoni. Oltre a Giuseppe in azienda lavorano i figli Luca con la moglie Raffaella Brunati.  
  19. Farizio Craveli - Valmadrera - Produzione di mobili su misura e restauri: inizia l'attività il padre Benito Cosmo, dal 2007 subentra il figlio Fabrizio 
  20. Brigatti Dino  - Robbiate - Elettromeccanica: da inizio attività sino alla cessazione dell'attività sempre associato a Confartigianato.      
  21. F.A.O.M. Oleodinamica di Fumagalli Antonio - Lomagna - Raccorderia oleodinamica:  da sempre a Lomagna con titolare Antonio Fumagalli
  22. La Fiera dell'Est di Maggi Pietro  -  Olgiate Molgora - Fabbrica di accessori di abbigliamento in cuoio: impresa da sempre ad Olgiate Molgora, cesserà l'attività a fine anno.

41 anni

  1. Delta Impianti snc di Spreafico Paolo, Giuseppe & c.  -  Oggiono  - Installazione di impianti termoidraulici: adesione a Confartigianato nel 1977 come impresa individuale Spreafico Giuseppe, per anni delegato comunale di Confartigianato ad Oggiono, purtroppo è venuto a mancare lo scorso settembre. Il figlio Paolo con Carla Bolis continuano nell'attività      
  2. Mauri Dg sas di Mauri Paolo Edoardo - Valmadrera- Tipografia: prima sede a Civate F.lli Mauri di Paolo Mauri e c. Snc, ora in azienda oltre a Paolo Edoardo collabora Luisella Scola. Nel 1988, il titolare Paolo Edoardo chiese la collaborazione della moglie per "una settimana", ad oggi la signora continua a lavorare in azienda. 

42 anni        

  1. Scaccabarozzi Luigi - Barzanò - Torneria e fresature meccaniche: socio Confartigianato dal 1976, da sempre con sede a Barzanò. 

44 anni        

  1. Autofficina Bulanti di M. E. Bulanti snc -  Nibionno - Autofficina commercio, auto soccorso stradale, centro revisioni, centro gomme: impresa associata dall'inizio attività nel 1974 con l'individuale Mario Bulanti, poi dal 1980 in società con il fratello Enrico, che dal 2018 esce dalla compagine societaria, mentre entrano a far parte dell'azienda i figli di Mario, Gianluca ed Emanuele.

51 anni        

  1. M.S. Di Mauro Sala & c. Snc  -  Annone Brianza - Carpenteria metallica: inizio attività nel 1967 dei fratelli Sala, Lino, Francesco e Mario.  Ad oggi i titolari sono i figli di Francesco Sala e Giuseppina Muttoni, Mauro e Daniela Sala.        

54 anni        

  1. Autofficina Casati Gianni & c. Sas -  La Valletta Brianza - Autoriparazioni e vendita auto e moto: sin dalla costituzione dell'impresa nel 1964 associati a confartigianato, con Gianni Casati collaborano la moglie Maria Grazia ed i figli Marco e Laura.

57 anni        

  1. Panzeri Giuseppe snc di Panzeri Sergio e c. -  Oggiono  -  Installazione di impianti elettrici: adesione del 1961 di Giuseppe Panzeri detto "peppino", oggi lavorano in azienda i figli Sergio e Paola con la collaborazione di Luisa Montanelli

58 anni        

  1. Tenca & c. Di domenico Tenca - Casargo -  Falegnameria: prima adeisone del 1960 di Pietro Tenca, nel 1986 subentra il figlio Domenico che tuttora prosegue l'attività.

68 anni        

  1. "Mauri Cesare mobili e serramenti su misura" di Mauri Maurizio - Taceno - Fabbrica mobili e serramenti: impresa storica con iscrizione dal 1950, inizialmente con il nonno Celso, poi l'attività passata è al padre Cesare ed ora a Maurizio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Tragico incidente sull'A9: morto Claudio Zara, Direttore Sanitario di Synlab San Nicolò Como e Lecco

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Bimba nasce prematura in casa, intervento dei soccorsi a Vendrogno

  • Nuovo digitale terreste 2020: cosa cambia per gli utenti

Torna su
LeccoToday è in caricamento