rotate-mobile
Economia

Con "BraveArt" un premio al coraggio dei giovani imprenditori lecchesi

Under 40 protagonisti dell'iniziativa di Confartigianato e della nuova Academy. Tra formazione e sostegno concreto

Il nome ricorda il celebre film di Mel Gibson "Braveheart" con protagonista l'eroe scozzese William Wallace. E il messaggio è forte e chiaro: sostenere e premiare quei giovani che con intraprendenza, coraggio e determinazione decidono di cimentarsi nell'imprenditoria avviando una nuova attività di lavoro. Stiamo parlando della doppia iniziativa di Confartigianato Lecco intolata "BraveArt" che si concretizzerà presto sia in un Academy rivolta ai giovani artigiani del territorio, sia in una premiazione dedicata ai neo imprenditori under 40.

"L'attenzione nei confronti dell'imprenditoria giovanile è uno dei pilastri della nostra Associazione - sottolinea Ilaria Bonacina, presidente di Confartigianato imprese Lecco e già alla guida del movimento Giovani imprenditori - I giovani sono il futuro delle nostre aziende sotto tutti i punti di vista: sia in relazione al management, sia per quanto riguarda l'organico. Anche per questo Confartigianato continua a collaborare con entusiamo con le scuole per favorire il rapporto con il mondo del lavoro e la formazione in generale, valore da sempre nel Dna della nostra associazione di categoria".

Ilaria Bonacina: "Vicini in modo concreto a chi ha il coraggio e il merito di mettersi in gioco"

"Il progetto BraveArt è nato seguendo l'esempio degli amici di Confartigianato Bergamo - aggiunge Bonacina - Oltre agli storici artigiani impegnati con merito nel tessuto socio produttivo lecchese, crediamo sia giusto premiare anche i giovani, che tra l'altro hanno avviato le loro attività in periodi difficili come quelli del covid e della successiva crisi geopolitica internazionale. Loro si mettono in gioco e noi vogliamo essere loro vicini. Non è vero che i giovani stanno solo sui social".

Matilde Petracca: "Un file rouge lega quest'iniziativa al nostro Premio fedeltà rivolto alle imprese storiche"

Sulla stessa lunghezza d'onda Matilde Petracca, segretario generale di Confartigianato Lecco. "Un file rouge lega questa nuova iniziativa al nostro Premio fedeltà che evidenzia il legame tra la nostra associazione e le imprese a noi legate da almeno 40 anni. Un filo conduttore che, da un lato premia l'esperienza ormai acquisita e, dall'altro, omaggia il coraggio e la voglia di mettersi in gioco. Nel programma di 'BraveArt' spicca anche la parola audacia, con la nostra struttura vogliamo mettere a terra tutta una serie di iniziative per proteggere questi 'germogli' imprenditoriali e sostenerli nella loro crescita".

Come accennato, BraveArt è un'iniziativa promossa in particolare dal Movimento Giovani Imprenditori di Confartigianato Bergamo, che ha accettato volentieri di condividere il format con i cugini del Lario. "Un esempio virtuoso di collaborazione - commenta Petracca - nello scambio di buone prassi e condivisione di progettualità".

Matteo Casiraghi: "Temi concreti negli incontri dell'Academy, ecco quali"

Matteo Casiraghi, presidente del Movimento giovani imprenditori, è quindi entrato nel merito del progetto, che si articola in due parti distinte. "Innanzitutto nell'assemblea del 3 giugno prossimo dove verranno premiati tutti i giovani under 40 associati che hanno avviato la propria impresa durante il 2023, dimostrando coraggio e determinazione. Proporremo inoltre un percorso formativo - aggiunge Casiraghi - che potrà arricchire le loro competenze e fornire ulteriori strumenti per affrontare l'esperienza imprenditoriale. Si inizia con 4 incontri a titolo gratuito, spaziando da vari temi: dai rapporti con le banche ai business plan, dalla sicurezza sui luoghi di lavoro alla leadership, senza dimenticare (anche) la tutela del datore di lavoro". Queste le date e i temi:

  • Mercoledì 8 maggio - Rapporti con le banche e business plan
  • Mercoledì 22 maggio - Proteggi e tutela la tua azienda
  • Giovedì 13 maggio - Potere disciplinare e tutela del datore di lavoro
  • Giovedì 4 luglio - Organizzare, dirigere, gestire (i punti di vista della leadership e del management)

Marco Frantuma, impegnato a sua volta nel Movimento giovani di Confartigianto ha quindi fatto sapere che: "Al momento ci sono già una trentina di iscritti. Ma la promozione continua e nei giorni prossimi contiamo di crescere ancora. In questa Academy abbiamo predisposto una serie di questioni concrete con le quali i giovani artigiani si devono misurare quotidianamente nel loro lavoro. Saranno incontri in presenza e, almeno per ora, non via internet. Ceediamo infatti nel confronto dal vivo, si interagisce meglio".

Il tema del valore dei giovani è stato quindi sottolineato da Riccardo Bongiovanni, vicepresidente vicario di Confartigianato Lecco: "La nostra associazione di categoria ha sempre visto con interesse le attività imprenditoriali avviate dai giovani, e crede con forza nel valore aggiunto della formazione, non solo a parole". A lui ha fatto eco Innocenzo Sartor, presidente di AnCos Lecco: "Ci sono troppi luoghi comuni, infondati, sui giovani. Non sono dei mollaccioni. Noi crediamo sia importante il ricambio generazionale. Il sostegno alle nuove leve è fondamentale per evitare che il patrimonio delle aziende storiche del territorio possa andare perduto. Uniti giovani, imprese e senior possono andare lontani, per il bene dell'impresa e del territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con "BraveArt" un premio al coraggio dei giovani imprenditori lecchesi

LeccoToday è in caricamento