menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giovanni Maggi e Peppino Ciresa

Giovanni Maggi e Peppino Ciresa

Elezioni Camera di Commercio, Maggi: "Serve un rinnovamento"

L'attuale presidente di Confindustria Lecco e Sondrio ha presentato il suo programma nella sede della Confcommercio, suo principale alleato. "Convinto della nostra vittoria": la sfida a Valassi è aperta.

Maggio, mese di elezioni. Non solo a livello amministrativo, però, perchè anche nel mondo degli imprenditori è in corso la campagna che porterà alla votazione e, di conseguenza, alla nomina del nuovo presidente della Camera di Commercio.
I candidati sono due: Giovanni Maggi, attuale presidente di Confindustria Lecco e Sondrio, e Vico Valassi, presidente dell'organismo sin dal 1993.
Per "abbattere" la leadership di quest'ultimo, il numero uno degli industriali si avvale di una partership importante, ovvero quella con la Confcommercio, che questa mattina ha "prestato" la sala giunta di Palazzo Falk per la presentazione del programma.

"Il nostro territorio ha due enti che in futuro saranno chiamati a governare: il comune e la Camera di Commercio, motivo per cui stiamo preparando qualcosa di nuovo", il sintetico pensiero d'apertura del padrone di casa Peppino Ciresa.

Dopodichè è stato Maggi a prendere la parola e a sciorinare in sei punti il proprio programma per il quinquennio 2015-2020: "La nostra coalizione, che comprende anche trasporti e sindacati, si muove in maniera sinergica, perchè siamo mossi da grande entusiasmo e dalla volontà di cambiamento. Dalla relazione di Bonomi è emersa la necessità di una discontinuità governativa rispetto al passato: è lo stesso territorio a richiederla per riprendersi da questa crisi che sembra essere infinita. Abbiamo molte peculiarità e capacità distribuite nel nostro panorama, ma non siamo capaci di sfruttarle."

Questi, in sintesi, i cardini del programma di Maggi: la riscoperta della vocazione manifatturiera e l'invenzione di nuove; la formazione attraverso l'istruzione; l'investimento nell'innovazione infrastrutturale (wi-fi, metropolitana leggera in collegamento a Milano) e la creazione di una cittadella tecnologica sullo stile del "Kilometro Rosso" bergamasco; lo sfruttamento di Expo per la riscoperta del nostro territorio anche in ambito lavorativo; l'entusiasmo del rinnovamento e la posizione di rilievo che dovrà avere la Camera di Commercio nel futuro.

"Confcommercio - riprende la parola Ciresa - è stata tra i primi a credere nel turismo, in quanto fornitrice di servizi alle aziende. Infrastrutture come la metropolitana leggera ci permetterebbero di sfruttare la vicinanza geografica con Milano in maniera molto più importante rispetto a quella attuale. Speriamo che le chiacchiere dei politici diventino ben presto realtà: basterebbe anche valorizzare ciò che già abbiamo, seppur non sia molto, per ottenere risultati rilevanti."

Il pensiero finale è affidato nuovamente a Giovanni Maggi, che esprime un suo pensiero sulla rivalità con Valassi: "Ha fatto tantissimo per questa città, ma non ha favorito il giusto ricambio generazionale e, per questo, siamo arrivati allo scontro. Sono convinto che vinceremo, dopodichè proporremo un governo orizzontale, che dia importanza a consiglio e giunta."
Chiosa finale sulle elezioni politiche del 31 maggio: "Anche in questo campo c'è bisogno di cambiamento e non di minestre riscaldate". Un'affermazione che sembra corrispondere al nome di Alberto Negrini.

Tra domani e il fine settimana dovrebbe arrivare il documento che notificherà l'assemblea elettiva, dopodichè si entrerà ufficialmente nel vivo della campagna elettorale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento