Economia

Svolta storica per la Fiocchi Munizioni: verso la cessione dopo 141 anni

Dopo 141 anni la celebre azienda "made in Lecco" Fiocchi Munizioni Spa ha avviato una cessione della totalità delle quote a un'altra società, la Holdco, controllata dal fondo Charme Capital Partners SGR

Leader mondiale dal 1876 di munizioni, dopo 141 anni la celebre azienda "made in Lecco" Fiocchi Munizioni Spa ha avviato una cessione della totalità delle quote a un'altra società, la Holdco, controllata dal fondo Charme Capital Partners SGR, che si inserisce nell'impero fondato nel 2003 dalla famiglia Montezemolo.

La notizia si collega all'ultimo Consiglio dei Ministri di venerdì scorso durante il quale, su proposta del presidente Paolo Gentiloni, è stato deliberato il "non esercizio dei poteri speciali", ovvero quel potere esercitabile dal governo che consente di proteggere una società che ha "rilevanza strategica per l'interesse nazionale", come il caso della Giocchi Munizioni Spa che è fornitore delle forze dell'ordine e dell'esercito. 

Stefano Fiocchi, presidente del gruppo e in azienda dal 1989, ha precisato in una nota che "l'operazione è ancora in atto" e che "non si tratta di una smobilitazione" perchè la holding di famiglia continuerà a tenere una quota importante del pacchetto societario. "Ma a fronte della volontà di quotarsi in borsa, l'eccessiva frammentazione dei soci - spiega il presidente Fiocchi - ci ha spinto alla scelta di un partner che potesse accompagnarci verso un maggiore consolidamento". 

La Fiocchi Munizioni oggi dà lavoro a 670 dipendenti e ha un fatturato di 131 milioni nel 2016. A muovere il timone, Stefano, Costantino, Pietro e Carlo, bisnipoti del fondatore Giulio Fiocchi. Quando l'azienda verrà ceduta, la sua gestione passerà a un fondo di investimento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svolta storica per la Fiocchi Munizioni: verso la cessione dopo 141 anni

LeccoToday è in caricamento