Martedì, 22 Giugno 2021
Economia Piazza Giuseppe Garibaldi

I venditori ambulanti rilanciano l'appello ad Agenzia delle entrate ed enti locali: "Tenete conto del maltempo"

Anche Fiva Lecco, associazione dei venditori ambulanti del territorio, chiede che il maltempo dell'estate 2014 venga "certificato" e considerato nel calcolo dei prossimi tributi. E ai Comuni chiede di ridurre la tassa per le piazzole dei mercati.

Rino Barbieri, presidente di Fiva Lecco

Dopo l'appello di Fipe e Confcommercio, che alla fine dell'estate si sono rivolti all'Agenzia delle entrate  e agli enti locali, chiedendo che venisse tenuto conto dei danni portati dal maltempo ai commercianti del territorio lecchese, anche Fiva Lecco, associazione che riunisce i venditori ambulanti, si unisce alla richiesta.


«Il clima che abbiamo subìto tra giugno e agosto ha compromesso l’attività di molti ambulanti – evidenzia il presidente della Fiva Confcommercio Lecco, Rino Barbieri – Ecco perché ci uniamo e condividiamo l’appello avanzato da Confcommercio Lecco e dalla Fipe nelle scorse settimane. Anche gli ambulanti chiedono che l’Agenzia delle Entrate tenga conto della forte penalizzazione che abbiamo subito per il maltempo in questa estate 2014. Gli incassi dei mesi di giugno, luglio e agosto sono stati drasticamente ridotti e di questo bisogna tenerne conto in sede di dichiarazioni dei redditi e di studi di settore. Non vogliamo trovarci spiacevoli sorprese».


Fiva condivide la lettera inviata agli enti locali per chiedere di "certificare" le avverse condizioni meteo, ma si rivolge anche direttamente ai Comuni: «Chiediamo che l’attenzione si traduca in concreto anche in una riduzione della tassa per l’occupazione del suolo pubblico che gli operatori sono chiamati a pagare. In un momento reso già difficile dalla crisi dei consumi, il meteo avverso ha tenuto lontani molti consumatori dai mercati. E così durante l’estate in molti casi non si è praticamente lavorato: diversi ambulanti hanno registrato giornate in cui non sono riusciti nemmeno a coprire con l’incasso i costi per l’occupazione del suolo! Ci auguriamo che i Comuni, pur nelle difficoltà di bilancio che vivono, comprendano le nostre ragioni e ci vengano incontro».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I venditori ambulanti rilanciano l'appello ad Agenzia delle entrate ed enti locali: "Tenete conto del maltempo"

LeccoToday è in caricamento