I segreti della stagionatura del formaggio nelle grotte di Introbio

Un gruppo di 35 visitatori ha avuto la possibilità di visionare lo storico stabilimento della Cademartori a conclusione di "Valsassina: la Valle dei formaggi"

Si sono conclusi sabato scorso con la visita alle grotte della Cademartori gli appuntamenti dedicati ai caseifici di "Valsassina: la Valle dei formaggi". Un gruppo di 35 visitatori ha avuto la possibilità di scoprire i segreti della stagionatura dei formaggi prodotti nello storico stabilimento di Introbio, una tradizione portata avanti da quasi un secolo e mezzo. 

Era infatti il 1882 quando Eugenio Cademartori aprì la sua prima casera a Introbio, mantenendo intatta tutta l'esperienza tramandata di generazione in generazione, tanto che ancora oggi il processo di stagionatura dei formaggi è condotto nelle famose e uniche Grotte naturali di Introbio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Valle dei formaggi 2019 nel segno di Leonardo

Hanno accompagnato i visitatori il direttore degli stabilimenti di Certosa e Introbio, Pierluigi Bandierali, il responsabile del gruppo Italia dell'assicurazione della qualità della Galbani-Cademartori, Marco Pietro Lepori, Anna Del Vecchio, responsabile di produzione dello stabilimento di Pavia, il direttore di Produzione di Introbio, Silvio Buzzoni, e il responsabile comunicazione e marketing del gruppo, Vittorio Fiore. Alla visita hanno partecipato anche Antonella Invernizzi, presidente del Centro Zootecnico della Valsassina e Montagna Lecchese, il consigliere regionale Mauro Piazza, il referente di Forza Italia per la Valsassina, Umberto Locatelli, e il coordinatore del progetto "Valsassina: la valle dei Formaggi", Giacomo Camozzini. 
La mattinata si è conclusa con una deliziosa degustazione di prodotti a marchio Cademartori, in particolare caprini, taleggio e quartirolo, che sono diventati anche protagonisti delle gustose ricette proposte dal catering a cura di "Osteria il Camino" di Ballabio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Ospedale di Lecco, «in caso di necessità pronti ad accogliere 200 pazienti covid»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento