menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In attesa della nuova versione, i Dunlop Sport Maxx RT continuano a farsi valere - lecco -

Dovrebbe debuttare a breve la versione 2.0 degli pneumatici Dunlop Sport Maxx RT; ma la prima gamma prodotta dalla storica azienda britannica resta ancora affidabile e performante, come confermano gli equipaggiamenti originali su Mercedes e Maserati.

Aderenza, maggior controllo in curva, spazi di frenata ridotti anche ad alte velocità, design sviluppato per ottimizzare l’usura e garantire il risparmio di carburante. Alza decisamente il tiro delle promesse la Dunlop nel presentare i suoi prodotti gli automobilisti alla ricerca della giusta soluzione per coniugare velocità e sicurezza al volante; in particolare, come si può vedere anche dal portale del rivenditore italiano Euroimport Pneumatici, le gomme Dunlop Sport Maxx RT continuano a essere uno dei vertici dell’offerta del produttore britannico, nonostante siano presenti sul mercato ormai da quattro anni.

Ecco la rinfrescata. Non a caso, dalla società fanno sapere che è imminente il lancio del nuovo Dunlop Sport Maxx RT2, pneumatico estivo Ultra High Performance (UHP) che dovrebbe consentire un miglioramento sia nell’aderenza che nelle performance di velocità, con tempi sul giro in pista nettamente inferiori rispetto al suo pluripremiato predecessore, come certificato dai test comparativi effettuati dall’organismo indipendente TÜV Süd. Per la nuova versione, inoltre, i tecnici inglesi hanno anche lavorato sull’assetto da bagnato, realizzando il battistrada con una mescola innovativa in resine che consente la massima aderenza in ogni condizione di strada, mentre il design dei tasselli della spalla aumentano l’area di contatto a terra per assicurare costantemente il miglior grip, anche in curva. Gli amanti della velocità, poi, troveranno confortante l’innesto dei tasselli Power Braking 2, studiati con una geometria accurata per potenziare la rigidità dei blocchi e ridurre lo spazio di frenata anche a piena potenza.

Ancora presto per la pensione. La gamma di misure a disposizione per le gomme Dunlop Sport Maxx RT2 andrà dai 17 ai 21 pollici, che dovrebbero giungere sul mercato proprio in questa primavera. In attesa di questa interessante novità, però, gli automobilisti possono anche lanciare un’occhiata al modello precedente, che continua a rappresenta una scelta oculata e dalle prestazioni equilibrate. Gli pneumatici Dunlop Sport Maxx RT promettono infatti un'esperienza di guida dinamica, grazie innanzitutto a una mescola (con polimeri speciali, filler specifici e resine) derivata dalla tecnologia utilizzata negli sport motoristici, che si adatta alla struttura specifica dell’asfalto e ottimizza il contatto con la strada; i blocchi della spalla esterna, poi, consentono di aumentare la stabilità e la maneggevolezza in curva, oltre che ridurre gli spazi di frenata anche quando si viaggia ad alta velocità. In caso di piogge improvvise, poi, il disegno asimmetrico del battistrada aumenta la resistenza all’aquaplaning e consente lo scarico dell’acqua, mentre la costruzione leggera riduce la resistenza di rotolamento e, di conseguenza, il consumo di carburante.

Fiori all’occhiello. Non dovrebbe stupire, dunque, che queste gomme siano state scelte per equipaggiare alcune delle principali vetture ad alte prestazioni dei marchi più famosi al mondo, come la Maserati Quattroporte S, Porsche 911 GT3, le Audi TT RS e R8, la BMW M5 e la Mercedes SLS. Inoltre, la partnership con la casa della Stella a tre punte è stata consolidata anche attraverso la fornitura in OE di pneumatici Dunlop Sport Maxx RT per la nuova AMG C63, l’auto da 476 cavalli che offre una guida sportiva e sicura. Merito, appunto, anche delle gomme inglesi, che per l’assale anteriore sono fornite nella misura 245/35 ZR19 (93Y) XL e per quello posteriore nella variante 265/35 ZR19 (98Y) XL. L’accordo è stato formalizzato dopo un intenso lavoro di sviluppo tra le due case europee, che è servito per adattare le gomme Dunlop alle specifiche esigenze della vettura tedesca e delle sue alte prestazioni, e che è passato anche attraverso dure sessioni di prove in pista su uno dei circuiti più impegnativi del mondo, quello del Nürburgring-Nordschleife.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento