menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapporto Uil 2017, diminuisce il numero dei cassa integrati in provincia di Lecco

Sono 834 i lavoratori cassa integrati nella provincia lecchese. Tutti i dati dal decimo rapporto Uil

 Il 10° rapporto UIL del Lario sulla cassa integrazione nelle Province di Como e Lecco, relativo ai primi 10 mesi del 2017, conferma una diminuzione della richiesta di ore di cassa integrazione totale da parte delle imprese dei due territori rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. A Como la percentuale si assesta al -44,3%, mentre a Lecco -62,6%. 

Diminuiscono anche le ore di cassa integrazione straordinaria (Como -72,8%; Lecco -64,5%) così come quelle in deroga (Como -42,6%; Lecco 63,1%). Aumentate invece le ore di cassa integrazione ordinaria a Como (+39,0%), diminuite a Lecco (-60,1%).

Sono soprattutto le aziende del distretto tessile ad incidere nell’aumento della richiesta di ore di cassa integrazione ordinaria nella Provincia di Como, nei primi 10 mesi di quest’anno +134,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Mentre le ore di complessive di cassa integrazione nei primi 10 mesi di quest’anno sono diminuite del -28,9% rispetto allo stesso periodo del 2016, grazie alla diminuzione della cassa straordinaria (-72,6%) e cassa in deroga (-45,3%). Si confermano, dunque dei timidi segnali di ripresa.

Mentre per la Provincia di Lecco, il distretto metalmeccanico, uno dei settori economici più rilevanti del tessuto produttivo territoriale, ha visto nei primi 10 mesi del 2017 una diminuzione della richiesta delle ore di cassa integrazione ordinarie -70,7%, straordinarie -51,6% e in deroga -48,0% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Tutti i settori economici di entrambe le Province hanno visto una riduzione della richiesta delle ore di cassa integrazione totali nei primi 10 mesi del 2017 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso:

Industria: Como -43,6%; Lecco -57,1%.
Edilizia: Como -51,0%%; Lecco -84,0%.
Artigianato: Como -58,8%; Lecco -47,0%.
Commercio: Como -32,8%; Lecco -84,1%.

Un altro dato confortante che viene fuori dal 10° rapporto sulla cassa integrazione è quello relativo al calo, rilevante, dei lavoratori in cassa integrazione nei primi 10 mesi di quest’anno, Como -1.849, Lecco -1.395, rispetto allo stesso periodo del 2016.

Anche se resta alto il numero di quelli in cassa integrazione nei primi 10 mesi di quest’anno: Como 2.330 e Lecco 834 lavoratori. Una situazione positiva per l’economia dei territori di Como e Lecco quella che si rileva dallo studio sulla cassa integrazione e che è confortata anche dalle previsoni assunzionali per il trimestre novembre 2017- gennaio 2018 da parte delle aziende del territorio, che si evince dall’indagine svolta da Unioncamere-ANPAL del sistema exclesior, rilevazionne di novembre 2017: Lombardia 218.010 assunzioni previste nel trimestre nov 17-gen 18; Como 9.190 assunzioni previste nel trimestre nov 17-gen 18; Lecco 6.080 assunzioni previste nel trimestre non 17-gen 18.

Buone prospettive occupazionali che fanno certamente ben sperare e che possano aiutare il mercato del lavoro dei due territori a recuperare la difficile situazione occupazionale eridata da più di 10 anni di crisi economica. I disoccupati al 31 dicembre 2016 a Como erano 20.766 e a Lecco 9.318

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento