menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il muro della Lecco-Bergamo

Il muro della Lecco-Bergamo

Lecco-Bergamo, rilasciato il cantiere dalla ditta appaltatrice: «L'iter prosegue, ma sarà complesso»

Nella giornata di mercoledì i legali di Provincia e SALC si sono incontrati per sciogliere il nodo

E' stato rilasciato il cantiere della Lecco-Bergamo. Il Presidente Flavio Polano ha, infatti, fatto sapere che la Provincia di Lecco ha sottoscritto l’accordo con la ditta SALC spa per il rilascio definitivo del cantiere della nuova Lecco-Bergamo al fine di soddisfare l’interesse pubblico alla prosecuzione dell’opera.

«L’accordo raggiunto è il frutto delle trattative avviate da tempo tra le parti - commenta il Presidente Polano - Ieri si è svolto l’incontro decisivo tra i legali e i rappresentanti delle due parti e si è già proceduto con gli atti necessari. Con questo accordo le parti sono svincolate da qualsiasi reciproco obbligo contrattuale. Materialmente i tempi tecnici per l’esecuzione dell’accordo porteranno la Provincia di Lecco a rientrare in possesso dell’area di cantiere dal 1° luglio prossimo. Il rilascio del cantiere è la condizione necessaria per il passaggio dell’opera ad ANAS, con cui stiamo interloquendo frequentemente da diversi mesi proprio per raggiungere questo obiettivo, che consentirà di far ripartire al più presto quest’opera strategica per il territorio.»

Prosegue Polano: «In questi mesi la Provincia di Lecco ha portato avanti con serietà e puntualità la trattativa con la ditta, che, ricordo, ha aperto un contenzioso nei confronti del nostro Ente, e parallelamente la trattativa con ANAS, Regione Lombardia e Ministero, avendo ben chiaro il diritto dei cittadini di vedere realizzata l’opera. Siamo di fronte a una vicenda molto complessa e in queste fasi delicate personalmente ho ritenuto doveroso mantenere il riserbo sulla strategia della Provincia per raggiungere questo importante risultato. Di contro, sono convinto che le continue esternazioni sull’argomento, soprattutto di chi non conosce a fondo i dettagli della vicenda e interviene in maniera superficiale, non producono alcun risultato concreto, anzi rischiano di irrigidire i comportamenti degli attori coinvolti e di compromettere il buon esito degli accordi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento