menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In provincia di Lecco crescono industria e artigianato, Camera di commercio: "Miglioramento evidente"

L'economia lecchese prima in Lombardia, calano fallimenti e chiusure. I nuovi dati dell'Osservatorio provinciale

Continuano i segnali positivi nell'economia della provincia di Lecco: a dirlo, ancora una volta, è la Camera di commercio, che ieri 4 novembre ha pubblicato i dati dell'Osservatorio economico relativi ai primi 9 mesi del 2015 e al trimestre luglio-settembre.

Il nostro territorio, infatti, guida la classifica delle province lombarde per variazione tendenziale di produzione e fatturato industriale nei primi nove mesi del 2015: si tratta, rispettivamente, del +4,5%, e del +6,7%, a fronte della media regionale attestata a +1,3% e +3,3%. 

Non solo: la nostra provincia è seconda in tutta la regione per crescita degli ordini industriali, preceduta solo da Pavia: +3% (Pavia +3,9%; Lombardia +3%), mentre nel comparto artigiano, Lecco è leader lombarda per crescita di ordini e fatturato, rispettivamente +2,7% e +2,1%, contro la media regionale di +0,6% e +0,8%. Altro secondo posto per la variazione tendenziale della produzione, con sopra di noi solo la provincia di Milano: a Lecco si è registrato il +2,1%, nella città metropolitana meneghina il +2,9%; e la media lombarda è del +0,8%. 

Dati che portano la Camera di commercio ad affermare in una nota che «risulta evidente il miglioramento in atto nella congiuntura economica della nostra provincia», nell'industria come nell'artigianato e nei servizi.

Fra luglio e ottobre 2015 le variazioni tendenziali di produzione, ordini e fatturato del settore industriale sono tutte positive (+2,1%, +2,9% e +5% rispettivamente), e anche nell’artigianato gli indicatori evidenziano andamenti con il segno più: produzione +1,5%; ordini +1,9%; fatturato +1,3%. In crescita pure il volume d’affari del commercio e dei servizi, anche se si tratta di un incremento leggermente inferiore (+0,6% e +1,1%). Tutti dati che si attestano nettamente sopra il valore della media regionale.

Sono «segnali incoraggianti, che hanno bisogno di essere sostenuti e incentivati dal livello istituzionale - afferma Vico Valassi, Presidente della Camera di commercio - Il rilancio dell’economia locale dovrà guidare anche gli interventi futuri della Camera stessa, nonostante la ulteriore riduzione delle risorse da Diritto annuale: per il 2016 il "taglio" è del 40%».

Un altro indicatore favorevole è quello che riguarda le nascite e le chiusure delle imprese, che ha un saldo positivo di 22 unità: a fronte di 255 attività che hanno dovuto abbassare per sempre le serrande, infatti, ne sono nate 277 nuove, portando il numero complessivo a 23.860, con una crescita dello 0,5% rispetto a inizio anno.

La tendenza si rispecchia anche per quanto riguarda i fallimenti, che da gennaio a settembre sono stati 59: una diminuzione di ben il 19,2% rispetto allo stesso periodo del 2014 (il dato per la Lombardia è una diminuzione del 9,4%, in tutto il Paese del 3,9%). A diminuire, anche l'importo dei protesti: da 5,9 milioni di euro a poco più di 3,2 milioni (-45,7%).

Dal punto di vista del lavoro e dei lavoratori, prosegue anche il calo delle ore di cassa integrazione ordinaria autorizzate: paragonando i primi nove mesi del 2015 allo stesso periodo del 2014, Lecco passa da oltre 3,8 a quasi 2,9 milioni di ore, registrando il -22,1%. Ancora maggiore è la diminuzione della cassa straordinaria, che cala di quasi un terzo (da 5,8 a quasi 4 milioni, -31,6%), mentre scende di oltre due terzi quella in deroga (-69,6%, da circa un milione di ore autorizzate a circa 320mila). Il totale delle ore di cassa integrazione autorizzate dall’Inps nei primi nove mesi del 2015 per aziende lecchesi è calato del 32%, attestandosi a circa 7,3 milioni di ore (contro il -37,7% lombardo e il -32% nazionale).

Leggi qui il rapporto completo dell'Osservatorio economico provinciale

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento