Il laminatoio del Caleotto di Lecco ora è di proprietà di Duferco – Feralpi:

Il laminatoio del Caleotto a Lecco ora è di proprietà di Duferco – Feralpi, manca solo In attesa il via libera del Ministero dello Sviluppo Economico

L'acciaieria del Caleotto di Lecco ora è di proprietà di Duferco – Feralpi, previsti nel piano industriale l'assunzione di tutti gli attuali dipendenti con ulteriori possibili integrazioni nei due anni successivi e una capacità produttiva a regime compresa tra le 260.000 e le 300.000 tonnellate annue.

Grande soddisfazione da parte di Duferco e Feralpi per l'acquisizione del laminatoio di Caleotto in provincia di Lecco. I due Gruppi, che già oggi collaborano nella società MediaSteel specializzata nella commercializzazione di rottami ferrosi, stringono un'alleanza anche a livello produttivo con l'acquisizione dello stabilimento lecchese. Il laminatoio di Caleotto opera tradizionalmente in un territorio in cui è attivo un forte polo di trafilatori che generano un alto consumo di vergella di media e alta qualità.

L'acquisizione è in attesa dell’approvazione formale da parte del Ministero dello Sviluppo Economico.

Duferco e Feralpi lamineranno negli impianti di Caleotto le billette in acciaio prodotte dai due gruppi rispettivamente nelle acciaierie di San Zeno Naviglio e di Calvisano, entrambi in provincia di Brescia.

Con tale acquisizione, Duferco e Feralpi ampliano l'offerta commerciale con una gamma di prodotti a più alto valore aggiunto, quello degli acciai speciali. Il Caleotto, forte di una lunga tradizione siderurgica in questo business, apporterà competenze e professionalità di alto profilo.

Il piano industriale prevede l'assunzione di tutti gli attuali dipendenti con possibili integrazioni nell'arco dei prossimi due anni. Grazie a questa partnership, Duferco e Feralpi intendono, su alcuni prodotti, sviluppare altre possibili sinergie sia per migliorare il ciclo interno sia per future acquisizioni di mercato.

“I nuovi assetti internazionali del mercato dell'acciaio - commenta Antonio Gozzi, presidente di Duferco – impongono alle imprese la necessità di avere una visione più ampia che contempli la possibilità di trovare sinergie anche tra Gruppi che, forti di un know how consolidato, riescono a far propria la globalizzazione interpretandola in una chiave più moderna e strategica”.

“Crediamo che la verticalizzazione della produzione e l'ampliamento della gamma con prodotti a più alto valore aggiunto – sottolinea Giuseppe Pasini, presidente del Gruppo Feralpi – siano ingredienti fondamentali per una siderurgia lungimirante. Noi abbiamo voluto dare concretezza a questa visione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento