menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il laminatoio del Caleotto di Lecco ora è di proprietà di Duferco – Feralpi:

Il laminatoio del Caleotto a Lecco ora è di proprietà di Duferco – Feralpi, manca solo In attesa il via libera del Ministero dello Sviluppo Economico

L'acciaieria del Caleotto di Lecco ora è di proprietà di Duferco – Feralpi, previsti nel piano industriale l'assunzione di tutti gli attuali dipendenti con ulteriori possibili integrazioni nei due anni successivi e una capacità produttiva a regime compresa tra le 260.000 e le 300.000 tonnellate annue.

Grande soddisfazione da parte di Duferco e Feralpi per l'acquisizione del laminatoio di Caleotto in provincia di Lecco. I due Gruppi, che già oggi collaborano nella società MediaSteel specializzata nella commercializzazione di rottami ferrosi, stringono un'alleanza anche a livello produttivo con l'acquisizione dello stabilimento lecchese. Il laminatoio di Caleotto opera tradizionalmente in un territorio in cui è attivo un forte polo di trafilatori che generano un alto consumo di vergella di media e alta qualità.

L'acquisizione è in attesa dell’approvazione formale da parte del Ministero dello Sviluppo Economico.

Duferco e Feralpi lamineranno negli impianti di Caleotto le billette in acciaio prodotte dai due gruppi rispettivamente nelle acciaierie di San Zeno Naviglio e di Calvisano, entrambi in provincia di Brescia.

Con tale acquisizione, Duferco e Feralpi ampliano l'offerta commerciale con una gamma di prodotti a più alto valore aggiunto, quello degli acciai speciali. Il Caleotto, forte di una lunga tradizione siderurgica in questo business, apporterà competenze e professionalità di alto profilo.

Il piano industriale prevede l'assunzione di tutti gli attuali dipendenti con possibili integrazioni nell'arco dei prossimi due anni. Grazie a questa partnership, Duferco e Feralpi intendono, su alcuni prodotti, sviluppare altre possibili sinergie sia per migliorare il ciclo interno sia per future acquisizioni di mercato.

“I nuovi assetti internazionali del mercato dell'acciaio - commenta Antonio Gozzi, presidente di Duferco – impongono alle imprese la necessità di avere una visione più ampia che contempli la possibilità di trovare sinergie anche tra Gruppi che, forti di un know how consolidato, riescono a far propria la globalizzazione interpretandola in una chiave più moderna e strategica”.

“Crediamo che la verticalizzazione della produzione e l'ampliamento della gamma con prodotti a più alto valore aggiunto – sottolinea Giuseppe Pasini, presidente del Gruppo Feralpi – siano ingredienti fondamentali per una siderurgia lungimirante. Noi abbiamo voluto dare concretezza a questa visione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento