La Maggi Group è fallita. I sindacati: «Lavoratori cacciati fuori dall'azienda»

Il Tribunale dichiara il fallimento, nel pomeriggio dipendenti costretti a lasciare le loro postazioni. Cgil, Cisl e Uil: «Tutto nella legge, ma manca il rispetto delle persone»

La Maggi Group è fallita. Il Tribunale di Lecco ha dichiarato il fallimento nel pomeriggio di oggi. I lavoratori, in tutto 53, sono stati vittima di una scena surreale: un rappresentante dell'azienda, infatti, è entrato nello stabilimento di Via Milano a Olginate e ha accompagnato fuori i lavoratori, del tutto inconsapevoli di quel che stava accadendo.

Presenti, fuori dall'azienda, anche i rappresentanti del sindacato, Marco Oreggia (Fim Cisl), Elena Rossi (Fiom Cgil), Igor Gianoncelli (Uilm Lecco). I lavoratori hanno confermato che è stato chiesto loro di restituire persino chiavi e badge. Alcuni non avrebbero avuto nemmeno il tempo di timbrare il cartellino.

Maggi Group, i creditori chiamati a esprimersi sul piano concordatario

«I lavoratori sono stati accompagnati fuori dall'azienda - spiega Marco Oreggia, alla presenza dei colleghi Rossi e Gianoncelli - Sono sospesi dall'attività lavorativa, nel fratempo il curatore fallimentare vorrebbe incontrarli mercoledì prossimo. Quel che è accaduto oggi pomeriggio (giovedì, ndr) è però surreale: i lavoratori sono stati presi e cacciati fuori senza troppe spiegazioni. Tutto è accaduto rispettando i termini di legge, sia chiaro, ma non ci è piaciuto per niente. Noi del sindacato non siamo stati avvisati, sono stato fatto uscire anche io. Noi pretendiamo il rispetto dei lavoratori, sapevamo che l'azienda era destinata a fallire ma c'è modo e modo. Bisognava cercare di parlare con i lavoratori e spiegare loro la situazione».

Potrebbe interessarti

  • Come pulire i vetri del box doccia

  • Come pulire il lavello in acciaio: rimedi naturali

  • Iniziare la mattina con acqua e limone sì o no?

  • Regolamento condominiale e animali domestici

I più letti della settimana

  • Maltempo, quasi mille evacuati in provincia. Chiesto lo stato di emergenza

  • Troppi batteri nell'acqua del lago e motivi di sicurezza: vietato fare il bagno in tre spiagge del Lecchese

  • Maltempo sul Lecchese: prolungata l'allerta meteo per vento e temporali

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: ecco il primo negozio dedicato alla vagina

  • Schianto a Valmadrera, auto si ribalta all'incrocio

  • Chicchi di grandine come noci piovono su valle San Martino e Brianza

Torna su
LeccoToday è in caricamento