menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidio in corso all'Husqvarna di Valmadrera

Il presidio in corso all'Husqvarna di Valmadrera

Husqvarna, il fascicolo verrà discusso al Ministero. Ipotesi di cassa integrazione: c'è l'accordo

I rappresentanti delle sigle sindacali si sono incontrati in Confindustria per discutere la prima bozza sulla "cassa"

La vicenda della Husqvarna di Valmadrera sarà trattata al Ministero del Lavoro il prossimo 15 luglio alle 11. La convocazione è arrivata nel pomeriggio di venerdì. Così i sindacalisti lecchesi di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm, insieme alle Rsu, saranno a Roma per spiegare le problematiche dell’azienda al Governo.

Husqvarna, il caso arriva in Regione. Straniero (PD): «Il caso venga seguito passo dopo passo»

Accordo sull'ipotesi di cassa integrazione

Intanto, giovedì sera, è andato in scena un incontro negli uffici di Confindustria Lecco tra sindacalisti e rappresentanti dell’azienda: «Abbiamo discusso su come trattare i singoli lavoratori durante il periodo di cassa integrazione a seconda delle necessità di ognuno – afferma Fabio Anghileri, componente della segreteria della Fiom lecchese –. Abbiamo raggiunto una quadra, quindi nella mattinata di venerdì abbiamo svolto un’assemblea al presidio fuori dai cancelli e i lavoratori votato favorevolmente l’ipotesi di accordo. Lunedì ci troveremo per un altro incontro per formalizzare la decisione».

Valmadrera. Si apre la terza Amministrazione Rusconi: «Vicini ai lavoratori dell'Husqvarna» 

Il presidio a Valmadrera, quindi, prosegue.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento