Husqvarna, il fascicolo verrà discusso al Ministero. Ipotesi di cassa integrazione: c'è l'accordo

I rappresentanti delle sigle sindacali si sono incontrati in Confindustria per discutere la prima bozza sulla "cassa"

Il presidio in corso all'Husqvarna di Valmadrera

La vicenda della Husqvarna di Valmadrera sarà trattata al Ministero del Lavoro il prossimo 15 luglio alle 11. La convocazione è arrivata nel pomeriggio di venerdì. Così i sindacalisti lecchesi di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm, insieme alle Rsu, saranno a Roma per spiegare le problematiche dell’azienda al Governo.

Husqvarna, il caso arriva in Regione. Straniero (PD): «Il caso venga seguito passo dopo passo»

Accordo sull'ipotesi di cassa integrazione

Intanto, giovedì sera, è andato in scena un incontro negli uffici di Confindustria Lecco tra sindacalisti e rappresentanti dell’azienda: «Abbiamo discusso su come trattare i singoli lavoratori durante il periodo di cassa integrazione a seconda delle necessità di ognuno – afferma Fabio Anghileri, componente della segreteria della Fiom lecchese –. Abbiamo raggiunto una quadra, quindi nella mattinata di venerdì abbiamo svolto un’assemblea al presidio fuori dai cancelli e i lavoratori votato favorevolmente l’ipotesi di accordo. Lunedì ci troveremo per un altro incontro per formalizzare la decisione».

Valmadrera. Si apre la terza Amministrazione Rusconi: «Vicini ai lavoratori dell'Husqvarna» 

Il presidio a Valmadrera, quindi, prosegue.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Giù le mani dalle mogli degli altri»: sui muri bellanesi insinuazioni contro il maresciallo

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Lombardia in zona gialla? «Nel Lecchese interessati circa 1.400 esercizi commerciali»

  • De Capitani: «Il Dpcm sul Natale divide l'Italia in due. Voglio vedere chi avrà il coraggio di multare»

  • Coronavirus, il punto: calo drastico tra i contagiati nel Lecchese (+53) e i ricoverati negli ospedali

  • Giovani travolti da una piccola slavina sul Legnone: ora rischiano una multa salatissima

Torna su
LeccoToday è in caricamento