menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto, il ministro dell'Interno Marco Minniti intervistato da Antonio Polito, Corriere della Sera

Nella foto, il ministro dell'Interno Marco Minniti intervistato da Antonio Polito, Corriere della Sera

Il ministro Minniti alla "scuola" di Confartigianato

Soddisfazione del presidente Daniele Riva e del segretario generale Vittorio Tonini

Si è conclusa oggi a Roma la Summer School di Confartigianato, dal titolo “Alzare lo sguardo oltre la siepe (nazionale)”. Due giorni di lavori nel corso dei quali i dirigenti del sistema confederale - per Confartigianato Lecco erano presenti il presidente Daniele Riva e il segretario generale Vittorio Tonini - hanno incontrato esponenti del Governo e della politica, economisti, accademici e giornalisti, esaminando le principali questioni strategiche che agitano lo scenario mondiale, dalla demografia dei paesi in via di sviluppo, all’immigrazione, al futuro dell’Europa. 

“La dimensione economica globale e la geopolitica stanno assumendo un ruolo sempre maggiore anche per il piccolo imprenditore. – commenta il presidente Riva -  Lo prova il fatto che, rispetto a pochi anni fa, la nostra attenzione ai fatti internazionali si è dilatata enormemente.  Allo stesso tempo è subentrata una certa caduta di interesse per le vicende nazionali, anche perché l’attività politica sembra stagnare in attesa dell'esito delle prossime elezioni del 2018. Da qui l’azzeccata scelta del tema di quest’anno. In particolare, ho trovato di grande spessore l’intervento del ministro Minniti sui temi della emigrazione e del terrorismo internazionale”. 

“Una Summer School di alto livello - aggiunge il segretario Tonini – che si conferma come un prestigioso momento di formazione per il gruppo dirigente del sistema Confartigianato. Grazie agli argomenti proposti e alla presenza di numerosi relatori di assoluta competenza e rilievo istituzionale, porteremo a casa un ampio ventaglio di analisi e riflessioni”.

Nel corso della prima giornata si è dibattuto sui principali fattori di crisi dell’ordine internazionale, in primo luogo l’instabilità in Medioriente e nel continente africano, dove si mescolano radicalismo islamico, nuove egemonie regionali e criticità delle risorse energetiche.Gli appuntamenti di martedì si sono concentrati sul ruolo del nostro Paese nel Mediterraneo ed in Europa, anche in relazione all’emergenza migratoria, attraverso un confronto con i principali protagonisti delle istituzioni nazionali. Sono intervenuti, tra gli altri, il ministro dell’interno Marco Minniti,  il presidente della Commissione Esteri del Senato Ferdinando Casini e Giulio Tremonti, componente della Commissione Esteri del Senato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento