Economia

L'occupazione cresce: a settembre 560 posti di lavoro in più

Sale l'industria, il settore più virtuoso è il turismo. La maggior parte dei nuovi contratti è a tempo determinato. Le figure più ricercate? Operai metalmeccanici ed elettrotecnici

La domanda occupazionale continua a crescere. Il trend è confermato dai dati di Unioncamere del progetto Excelsior relativi alle proiezioni occupazionali da parte delle aziende lecchesi nel trimestre settembre-novembre 2018. 

Rispetto allo stesso periodo del 2017, si segnala un previsto incremento di 560 unità, di cui 100 nell'industria e la parte rimanente nel settore dei Servizi. Entrambi i comparti, dunque, crescono rispetto a un anno prima.

Ancora una volta i dati confermano che il contratto a tempo determinato è quello maggiormente prediletto dalle aziende: a Lecco è in aumento del 6% rispetto allo stesso periodo del 2017. Le assunzioni previste indicano questa ripartizione: 30% con contratti a tempo indeterminato, 59% a tempo determinato, 8% di apprendistato (leggermente in calo), 3% altre tipologie di contratto.

Dove segna il maggior numero di assunzioni il tempo indeterminato? Nel settore turismo con il 46%, mentre in quello industriale rappresenta il 35% del totale.

Le ore di cassa integrazione calano del 50%

Le figure professionali più ricercate in valore assoluto nel mese di settembre 2018 in provincia di Lecco sono operai nelle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche (270 unità), dati questi che confermano il buon andamento del settore. Significativo anche il dato previsionale delle assunzioni nel mese di settembre per gli specialisti della formazione e insegnanti, dovuto all'inizio dell'attività scolastica: 240.

«L'indagine dello studio exclesior dimostra che il "Decreto Dignità" non ha prodotto una riduzione della domanda occupazionale complessiva come qualcuno paventava - spiega Salvatore Monteduro, segretario generale Uil del Lario - Ma dobbiamo, ancora una volta, evidenziare che è prematuro valutare quale siano gli effetti delle modifiche introdotte dalla norma testé citata, in considerazione del fatto che è previsto un periodo transitorio fino al 31 ottobre per l'applicazione delle nuove norme sui contratti a termine già in corso».

tabella occupazione-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'occupazione cresce: a settembre 560 posti di lavoro in più

LeccoToday è in caricamento