Economia

2017 da record, grossi invesimenti per il 2018: «Così svilupperemo l'Orrido di Bellano»

Il sindaco Rusconi raggiante per l'anno andato in archivio e per le premesse di quello nuovo: «In cantiere grosse novità, l'attività promozionale ha dato quanto i suoi risultati»

Un 2017 da record. Un 2018 che è iniziato ancora meglio. E' un periodo veramente d'oro per l'Orrido di Bellano, gioiello su cui l'Amministrazione comunale del sindaco Antonio Rusconi ha puntato fortissimo dal giugno 2016, periodo in cui lui e la sua giunta sono stati eletti. Come già anticipato, l'anno chiusosi poco meno di due mesi fa è andato in archivio con il record di visitatori: oltre 70mila persone hanno acquistato un biglietto per l'Orrido, con incremento del trecento percento rispetto al 2016. Il solo mese di agosto 2017, con le sue 19mila presenze, ha coperto, da solo, l'intero ritorno dell'anno precedente.

Com'è stato possibile un risultato del genere in un tempo relativamente così breve: «La nostra attività di promozione ha fatto la differenza - spiega raggiante il sindaco Rusconi -. A Bellano è stata conferita la bandiera arancione del Touring Club Italiano, siamo finiti sulla rivista Bell'Italia, sulla guida Sapori in Lombardia di Gualtiero Marchesi, il TG1 delle venti ha parlato di noi, il brand "Lago di Como" ha portato un +20% di visitatori a tutti gli aderenti, l'ultima partecipazione alla BIT di Milano è stata, per noi, un'altra bella occasione. Insomma, ci siamo fatti conoscere attraverso vari canali e questo ha dato i suoi oggettivi riscontri.»

Il 2018 si è aperto esattamente nello stesso modo: a gennaio i visitatori sono stati circa 1300, mentre a febbraio gli accessi sono stati circa ottocento, con la possibilità d'incrementare il numero nei sette giorni che porteranno alla conclusione del mese più corto dell'anno. «Questi prime settimane ci hanno detto che i visitatori sono raddoppiati rispetto allo stesso periodo del 2017, un dato onestamente sorprendente», spiega ancora Rusconi.

antonio rusconi sindaco bellano-2Nel 2017 l'incasso totale è stato di circa 270mila euro. Come verranno investiti i fondi raccolti? «Sono due i lotti su cui ci concentreremo: in primis, triplicheremo la lunghezza della passerella dell'Orrido, arrivando fino alla, per ora, inaccessibile cascata; domani (giovedì, ndr) in consiglio discuteremo invece della possibilità di creare uno spazio interattivo alla Ca' del diaul, con l'installazione di una biglietteria apposita, di alcune zone con dei monitor in 3D e a 360°, e, ovviamente, degli indispensabili servizi igenici.»

Il costo totale dell'investimento è stimato in circa ottocentomila euro (280mila per la passerella, il resto per la Casa del Diavolo), che verranno finanziati grazie ai ricavi generati dal boom di accessi, tramite il fondo PostWikimania di Regione Lombardia (100mila euro) e dal contributo del Comune di Bellano. «Vogliamo creare un Orrido 2.0», è il pensiero volto al futuro del sindaco Rusconi.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

2017 da record, grossi invesimenti per il 2018: «Così svilupperemo l'Orrido di Bellano»

LeccoToday è in caricamento