menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Patronato Inca Cgil, nei primi sei mesi del 2020 aperte oltre 1.500 disoccupazioni

Nonostante il lockdown, i dati dei primi sei mesi in linea con quelli dell'anno passato: registrate 5.352 pratiche, erogate 569 indennità per maternità in tutta la provincia

Il contagio da covid sul posto di lavoro è a tutti gli effetti un infortunio. Lo dice il Patronato Inca Cgil attraverso uno spot rivolto alle lavoratrici e ai lavoratori per informarli sulle tutele previste dalla normativa vigente e permettere loro di accedere più facilmente alle prestazioni Inail. Chiunque voglia maggiori informazioni può contattare la Cgil Lecco oppure scrivere una mail a tutela.covid@inca.it.

«Abbiamo lavorato comunque senza sosta»

Intanto gli uffici lecchesi del Patronato sono costantemente al lavoro. Sono ben 12.170 le pratiche lavorate da operatrici e operatori dal primo gennaio al 30 giugno 2020. Un numero che comprende tutti i servizi portati avanti dagli uffici provinciali: dalle disoccupazioni alle domande di pensionamento, dagli assegni familiari agli infortuni, fino alle pratiche per Covid-19.

«Si tratta di un dato in linea con il lavoro svolto nel 2019 - afferma il direttore dell'Inca lecchese Antonio Galli - soprattutto se si considera che quest'anno abbiamo avuto il lockdown e in quel periodo le persone sono uscite di casa solamente per emergenze. In ogni caso noi abbiamo lavorato comunque senza sosta, permettendo di portare avanti numerose pratiche importantissime per le persone. E siamo riusciti a dare assistenza molto preziosa agli utenti che si sono rivolti a noi».

I dati nel territorio

In tutti i dodici mesi del 2019 sono state 30.820 le pratiche in tutta la provincia. Nei primi sei mesi di quest'anno, solo nella Camera del lavoro di Lecco, si registrano 5.352 pratiche (a fronte di 13.260 del 2019). A Barzanò quest'anno sono 925, a Mandello del Lario 1.049, a Calolziocorte 737, a Oggiono 1.276, a Costa Masnaga 437, mentre nella Camera del lavoro di Robbiate-Merate 2.394.

Il lavoro degli operatori Inca ha permesso di aprire 1.556 disoccupazioni da gennaio a giugno 2020, di cui 883 a Lecco, 213 a Robbiate-Merate. Lo scorso anno, in tutti i dodici mesi, sono state 3.027. Per quanto riguarda le indennità per maternità nel 2020 sono 569 in tutta la provincia, mentre in tutto il 2019 sono state registrate 1.073.

L'ufficio migranti dell'Inca ha dato assitenza alle persone extracomunitarie presenti sul territorio. Nei primi sei mesi sono state ben 404 pratiche aperte a Lecco e 74 a Robbiate-Merate, per un totale di 478. Tra queste, ci sono 64 pratiche per la sanatoria che andrà avanti fino al 15 agosto, ma sono 270 gli appuntamenti già presi.

Il Patronato, informa, sta anche dando assistenza a tutti coloro che hanno richiesto il bonus covid. Sono ben 287 le pratiche eseguite finora.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione anti-covid, da giovedì possono prenotarsi 22mila lecchesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento