rotate-mobile
Economia

Rc auto, malcontento dai carrozzieri per le norme sulla concorrenza

Autoriparatori lecchesi contro l'obbligo di convenzionarsi con le assicurazioni

Malcontento dagli autoriparatori lecchesi dopo l'approvazione, dal Governo, delle norme in materia di rc auto nell'ambito del disegno di legge sulla concorrenza: «Errare è umano, ma perseverare è diabolico» ha commentato Maurizio Mapelli, presidente della categoria Autoriparatori di Confartigianato Lecco.

«Per l’ennesima volta, con le misure in tema di rc auto, assistiamo al tentativo di consegnare il mercato delle riparazioni auto nelle mani delle assicurazioni, in nome di una presunta liberalizzazione - ha affermato Mapelli - è senza tener conto né che una misura identica era giù stata stralciata nel 2014 dal decreto Destinazione Italia, né che in Parlamento sono state presentate proposte di legge proprio su questa materia». 

«Le nuove regole andranno a penalizzare le carrozzerie che non si convenzioneranno con le compagnie assicuratrici - ha spiegato il presidente dei carrozzieri lecchesi - Dietro principi legittimi di tutela del consumatore e riduzione delle tariffe assicurative, ancora una volta si attacca il mondo delle carrozzerie indipendenti. Altro che sconti! Così facendo viene messa in pericolo la qualità delle riparazione e la sicurezza sulle strade».

Confartigianato Lecco fa sapere che, sotto questo aspetto, proseguirà la battaglia a tutela della libertà di mercato, mettendo in campo tutte le iniziative necessarie per arrivare al pieno riconoscimento dei diritti delle imprese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rc auto, malcontento dai carrozzieri per le norme sulla concorrenza

LeccoToday è in caricamento