Economia

Arriva il reddito di autonomia per i lombardi, riguarderà anziani, disoccupati e chi non riesce a pagare l'affitto

Sono oltre 500mila i potenziali beneficiari degli aiuti del Pirellone

Emergono nuovi dettagli sulla proposta del "reddito di autonomia" o reddito di cittadinanza che potrebbe essere attivato entro il 2015 da Regione Lombardia: il primo, e forse più importante, è che il sostegno annunciato dla Presidente Maroni potrebbe essere assegnato a oltre 500mila lombardi, fra disoccupati, anziani non autosufficienti, malati e altre categorie.

Tra i beneficiari, anche le famiglie che avranno il secondo figlio: percepiranno 800 euro, se il loro reddito è inferiore ai 30mila annui. Due, invece, sono i provvedimenti  che saranno in vigore già dal 15 ottobre, destinati a chi ha un reddito sotto i 18mila euro: come riporta MilanoToday, chi rientra in questa fascia di reddito non pagherà il "superticket" su esami di ambulatorio e, se disoccupati da più di 3 anni, riceveranno anche un buono da 300 euro al mese (per 6 mesi al massimo) da utilizzare per corsi di reinserimento professionale.

Il primo novembre entrerà in vigore anche il contributo di 800 euro per la casa, destinato a coloro che non riescono a pagare l'affitto: il provvedimento sarà destinato a chi ha redditi sotto i 9mila euro e risiede in uno dei 155 comuni individuati dalla Regione.

Infine, dal primo dicembre scatterà l'assegno di autonomia anche per anziani e disabili non autosufficienti con reddito inferiore ai 10mila euro: per loro il contributo sarà di 400 euro al mese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva il reddito di autonomia per i lombardi, riguarderà anziani, disoccupati e chi non riesce a pagare l'affitto

LeccoToday è in caricamento