menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Economia, per Nava: Lecco è pronta a trainare la ripresa

"La necessità di ridare slancio al tessuto economico è più che mai sentita"

Lecco traino della ripresa economica lombarda. È - questo, in sintesi - il messaggio lanciato da Daniele Nava, sottosegretario regionale, durante la 14a giornata dell'economia, svoltasi presso la camera di Commercio di Lecco.

«Oggi la necessità di ridare slancio al tessuto economico del nostro territorio - ha detto Nava - è più che mai sentita. Ci sono timidi segnali di ripresa come gli operatori del settore hanno segnalato più volte e la nostra provincia ha tutte le eccellenze e potenzialità per coglierle in pieno mettendosi alla guida della ripresa. Abbiamo ricchezze peculiari: l'università, la ricerca, una sanità modello, la creatività dei nostri imprenditori e la capacità unica di 'saper fare' delle nostre aziende. Queste ricchezze tutte insieme posso fare davvero grande Lecco, attraendo chi vuole investire».

Il contesto generale - secondo il sottosegretario - non consente, però, di farcela "da soli", senza un sostengo nazionale. «Lo sviluppo del territorio, infatti - ha precisato Nava - non è pensabile se non tramite forme di specializzazione territoriale. Selezionare e concentrare devono essere le parole chiave».

Per creare sistemi innovativi è fondamentale il ruolo regionale, che - in tale quadro - svolge un ruolo di "governance insostituibile". «Gli Enti e i sistemi camerali - ha ricordato il sottosegretario - sono sottoposti a una forte revisione. Ci sono delle considerazioni che hanno spinto verso questa revisione, ma se tutte le altre Regioni e le altre Camere di Commercio italiane fossero state come quelle lombarde, questo contrasto non ci sarebbe stato, perchè il nostro rimane un sistema di eccellenza. Dobbiamo invece farci anche noi i conti, ma dobbiamo rimetterci in discussione. Siamo pronti alle nuove sfide, mettendo anche mano al sistema degli Enti locali".

Nava, poi, ha illustrato il percorso di ascolto dei territori; l'obiettivo: coglierne "sensibilità e ambizioni sia che vincano i sì, sia che vincano i no". «Qualunque sia il risultato del referendum Costituzionale - ha chiarito Nava - dobbiamo rivedere il sistema degli Enti locali. E la scelta di farlo con le Camere di commercio serve proprio ad evitare la disarticolazione dei territori perchè questa è stata una delle pecche della riforma Delrio. Oggi tutti vanno in ordine sparso, ma il livello istituzionale non può essere disallineato rispetto alle categorie e agli ordini sociali». Da qui dunque una riflessione approfondita anche sul ruolo e i compiti delle forze sociali.

Il processo di confronto si concluderà con la stesura di un documento, che rappresenterà un momento di condivisione con il livello nazionale. «Le Regioni - ha detto Nava - hanno infatti la possibilità di assegnare alcune funzioni e delimitare i confini dei nuovi Enti».

«Regione Lombardia - ha concluso Nava - continua la sua spinta propulsiva. Penso alla ricerca e all'innovazione. Oggi investiamo l'1.6 per cento del Pil su questo tema, dobbiamo arrivare al 3». In tale direzione - fondamentali - sono le misure intraprese da Regione Lombardia per incrementare lo sviluppo di alcuni settori.

La strada per "svoltare" - secondo il sottosegretario - è quella di «collaborare con tutti i soggetti per liberare le energie che ci sono, per superare gli errori del passato e disegnare insieme il nuovo modello di sviluppo per il territorio lecchese».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento