Troppi infortuni nelle fabbriche: alla "Fiocchi" si sciopera per un'ora

La Rsu locale ha deciso di unirsi alla proposta fatta dalla Fiom Cgil di Lecco e dal suo segretario Giuseppe Cantatore

Sciopero di un’ora alla Fiocchi munizioni di Lecco. La Rsu ha ritenuto di sposare l’iniziativa unitaria proposta dalla Fiom Cgil lecchese, portata avanti in primo luogo dal segretario Giuseppe Cantatore, in occasione delle assemblee che si stanno tenendo nell’azienda di via Santa Barbara. Sessanta minuti «con le braccia incrociate nell'ultima ora di ogni turno di lavoro nella giornata di venerdì 27 aprile 2018».

Si tratta di una protesta per fermare gli infortuni sul lavoro che stanno dilagando nelle fabbriche. Proprio per questo anche il Primo maggio sarà dedicato alla sicurezza sul lavoro.

«Troppi infortuni per un paese civile, è una strage»

«Da inizio anno sono oltre 160 gli infortuni mortali registrati in Italia, molti dei quali in Lombardia - si legge nel volantino diffuso dalla Cgil -. Una strage inaccettabile in un Paese civile come il nostro. Questa è la prima emergenza che il Parlamento deve affrontare: il diritto ad un lavoro salubre e sicuro nel pieno rispetto della Carta Costituzionale. Per queste ragioni CGIL, CISL e UIL hanno deciso di dedicare le manifestazioni del 1° maggio al tema della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. La tutela delle condizioni di lavoro, il rispetto dell’ambiente, uno sviluppo industriale ecosostenibile sono da sempre obiettivi prioritari della FIOM CGIL.»

Prosegue: «In questo senso, i rinnovi dei contratti nazionali del settore metallurgico hanno realizzato significativi avanzamenti normativi, anche rispetto ad una legislazione che in questi anni è stata oggetto di attacchi da parte delle lobby imprenditoriali. Avanzamenti che devono trovare piena applicazione a partire dalla tutela, dal rispetto e dalla piena operatività degli RLS in tutti i luoghi di lavoro - In preparazione e a sostegno delle iniziative confederali unitarie del 1 maggio - Per fermare la strage impunita degli infortuni mortali - Per far crescere nel Paese la cultura della prevenzione - Per denunciare il mancato riconoscimento delle malattie professionali - Per praticare quanto previsto dal Contratto Nazionale in ogni luogo di lavoro La Segreteria FIOM CGIL di LECCO oltre che riaffermare la campagna di sensibilizzazione nei luoghi di lavoro in materia di salute e sicurezza come stabilito nell’assemblea unitaria dei delegati RLS ed RSU del 19 marzo 2018 a Milano, proclama 1 ora di sciopero da effettuarsi l’ultima ora di ogni turno di lavoro nella giornata di venerdì 27 aprile 2018.»

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regione Lombardia riconosce cinque nuove attività storiche in provincia di Lecco

  • Scomparso 32enne: ricerche in corso sul Monte Moregallo

  • Schianto in via Mazzini a Calolzio, motociclista soccorso d'urgenza

  • Incidenti sulla SS36 nella serata di domenica: coinvolte quattro persone

  • Moregallo: ritrovato il corpo senza vita dell'arrampicatore Matteo Sponza

  • Valle San Martino, sindaco insultato e picchiato da un passante

Torna su
LeccoToday è in caricamento