menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Smart Working": anche a Lecco si possono coniugare vita e lavoro

Confartigianato Imprese Lecco sta portando avanti in questi mesi un'azione che prevede la presenza di un esperto a disposizione di aziende e lavoratori

Lo Smart Working è una modalità di organizzazione del lavoro che può consentire sia il soddisfacimento delle esigenze di produttività delle aziende, sia quelle di conciliazione vita-lavoro del lavoratore.

Proprio su questo tema Confartigianato Imprese Lecco, per conto di Comunità Montana Valsassina Valvarrone Val d'Esino e Riviera (ente capofila dell'Alleanza Locale Distrettuale di Lecco in tema di conciliazione vita-lavoro), sta portando avanti in questi mesi un'azione che prevede la presenza di un esperto a disposizione di aziende e lavoratori per una consulenza gratuita sulla possibilità di attuare questo strumento.

L'iniziativa è promossa e finanziata da Regione Lombardia a supporto degli interventi di conciliazione famiglia-lavoro e inserita tra le azioni del Piano Territoriale di Conciliazione Vita Lavoro coordinato dall'Ats Brianza.

«Introduciamo una nuova filosofia manageriale»

«La scelta di inserire nel progetto Distrettuale di conciliazione il tema dello Smart Working - spiega la dottoressa Manila Corti, responsabile Servizi alla Persona della Comunità Montana - mira a favorire e incentivare, anche sul territorio lecchese, una nuova filosofia manageriale, un modello organizzativo certamente innovativo che, intervenendo nel rapporto tra individuo e azienda, presuppone il ripensamento delle modalità con cui si svolgono le attività lavorative, cosicchè queste due dimensioni identitarie, vita e lavoro, possano intrecciarsi senza fatica».

«Dall'inizio del progetto il consulente Emanuele Dagnino ha già svolto un seminario formativo tecnico, 18 consulenze per 12 soggetti tra aziende, enti e lavoratori per la stesura di accordi, con 10 bozze di accordo ormai in via di elaborazione, di cui uno collettivo, e 2 accordi firmati», evidenzia Matilde Petracca, responsabile relazioni organizzative e welfare di Confartigianato Imprese Lecco.

Strumento a favore del benessere del lavoratore

«La nostra Ats pone particolare attenzione ai temi che insistono sulla conciliazione tra famiglia e lavoro - sottolinea il direttore sociosanitario Oliviero Rinaldi - Il nostro territorio ha la fortuna di avere tante istituzioni attive in questo campo, per cui possono aver luogo progetti davvero interessanti come questo».

Il lavoro agile è uno strumento a favore del benessere del lavoratore, a cui consegue una maggiore produttività aziendale. Il consulente sarà ancora a disposizione di aziende e lavoratori nella sede di Confartigianato Imprese Lecco il 20 novembre e l'11 dicembre, per prenotare l'appuntamento è sufficiente inviare una mail a conciliazione@artigiani.lecco.it.

«Non esistono vincoli allo sviluppo dello Smart Working nelle Pmi, se non quelli che le aziende vogliono porsi» conclude Matilde Petracca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento