Lecco: torna a brillare la luce del Tribunale. Spazio ai pompieri?

La torre in questi giorni è illuminata per i collaudi del sistema anticendio. Entro qualche mese l'assegnazione degli spazi

La torre del Tribunale di Lecco illuminata

Ad anni dall'ultima volta, è tornata a brillare la luce della torre del Tribunale di Lecco, esternamente quasi ultimata. Sveliamo subito l'arcano: all'interno della struttura si stanno svolgendo i collaudi per il sistema anticendio e i servizi speciali, necessari per proseguire poi con il completamento dell'opera. Prosegue, nel fratttempo, l'iter burocratico che condurrà verso l'assegnazione: il Comune di Lecco sta parlando con la Soprintendenza per approvare la variante del progetto originale; la risposta definitiva dovrebbe arrivare tra un paio di settimane, giorno più, giorno meno.

«Arrivata la firma del Sottintendente, la pratica passerà alla Commissione Tecnica Amministrativa (CTA) alle opere pubbliche per l'autorizzazione definitiva», spiega l'assessore ai lavori pubblici e al patrimonio Corrado Valsecchi. Da quel momento la conclusione dell'opera disterà «trenta o quaranta giorni, quindi mancano complessivamente poche settimane alla chiusura del discorso. Passeremo poi all'area dell'ex Palazzo Cereghini, luogo dove potrebbe tornare a svolgersi l'attività della magistratura lecchese. Tenere aperto il cantiere rappesenta una panacea per poter realizzare gli accordi con chi presidierà la torre fino alla totale coclusione». La deadline per quanto riguarda la chiusura dei lavori della torre va, ad oggi, fissata a metà-fine maggio: entro quel periodo sarà sistemata via Cornelio e saranno installati i serramenti richiesti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E proprio intorno alll'assegnazione dell'immobile si gioca la partita (per ora) più interessante: potrebbero essere i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Lecco ad occupare l'imponente struttura. Le parti sono in contatto da tempo e una proposta formale dovrebbe essere avanzata a stretto giro di posta. In attesa della costruzione dell'agognata caserma unica, che troverà spazio nell'area spettacoli del "Bione", gli uffici dei pompieri occuperebbero temporaneamente le stanze ora ristrutturate. Con i Vigili del Fuoco potrebbero entrarvi anche altri enti, ma diventa più complesso addentrarsi in questa frangia del discorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Coronavirus, il punto: nessun caso di positività nel Lecchese, boom di guarigioni

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento