menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le trafilerie Brambilla

Le trafilerie Brambilla

Trafilerie Brambilla, a rischio 80 posti di lavoro

Per gli 80 lavoratori delle Trafileria Brambilla di Calolziocorte sono giorni frenetici per cercare di capire se riusciranno a mantenere i posti di lavoro.

“Il prossimo 9 aprile – sottolinea Diego Riva Segretario Generale FIOM CGIL - scadrà il termine entro il quale l’azienda avrebbe dovuto onorare il concordato preventivo, che ha già avuto due proroghe. Se entro questa data non ci sarà una manifestazione concreta da parte di un imprenditore che vuole acquistare l’azienda calolziese il giudice potrebbe porla in fallimento”.

“L’azienda ha sempre detto che c’erano imprenditori interessati fra cui un imprenditore turco al quale è stata consegnata tutta la documentazione utile all’acquisto. Il problema è che questo possibile acquirente non ha ancora manifestato concretamente l’intenzione di acquisto e se questo non avviene entro il nove aprile il Giudice potrebbe anche non concedere un’ulteriore proroga del concordato. Ecco perché le maestranze hanno posto in essere una mobilitazione. La necessità è quella per cui questa possibile trattativa di acquisto si chiuda nei prossimi giorni, affinchè anche da parte nostra ci si possa sedere intorno ad un tavolo per trattare le problematiche dell’occupazione con la nuova proprietà. La situazione è complicata e tesa. Se prima avevamo dei tempi abbastanza ampi per trattare, ora questi si sono ridotti all’osso”. 

“Sostanzialmente – conclude Riva - il giudice, giustamente, vuole fatti concreti in alternativa, ripeto la prospettiva è quella del fallimento. Ci sono in ballo 80 persone che rischiano il posto di lavoro ed insieme a loro ci sono le rispettive famiglie che verrebbero coinvolte economicamente in questo disastro. In questo momento il fattore tempo è fondamentale. Giovedì 3 aprile si terrà un incontro tra sindacati e la proprietà Brambilla per capire a che punto sono le trattative.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento