menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Villa Ponchielli a Lecco: la Commissione Europea ha rigettato la richiesta di finanziamento

Villa Ponchielli a Lecco: la Commissione Europea ha rigettato la richiesta di finanziamento

Villa Ponchielli, la Commisione Europea rigetta la richiesta di finanziamento per la start-up

Nonostante il superamento del primo sbarramento europeo, la Commissione ha stoppato il finanziamento per la nascita del polo europeo dedicato alla formazione nella ristorazione e nell'hôtellerie.

Frenata europea per la riqualificazione di Villa Ponchielli. La Commissione Europea, infatti, ha stoppato la richiesta di finanziamento per procedere con la realizzazione di un polo di eccellenza europeo per l’alta formazione professionale e per l'innovazione nell'ambito della ristorazione e dell’hôtellerie.

«A fronte del superamento del primo sbarramento europeo al finanziamento del progetto LAKE e nonostante l’interessamento di Regione Lombardia - spiega Corrado Valsecchi, Assessore ai Lavori Pubblici e al Patrimonio -, dimostrato anche dalla visita alla villa dell’assessore regionale Stefano Bruno Galli, e di alcuni parlamentari europei, la Commissione Europea non ha ritenuto per l’anno 2018 di finanziare la start-up Local Alliance for Knowlegde and Education in food and hospitality in the Lecco Lake».

Villa Ponchielli, un patrimonio da riqualificare prima che cada a pezzi 

Vita dura per le idee italiane: «Dei 59 progetti italiani in grado di superare questa prima fase di valutazione - prosegue Valsecchi -, solo 1, presentato per un progetto differente dal nostro (Jobs and skills in the local economy) dal Comune di Portici, ha ottenuto l’approvazione insieme ad altri 21 progetti provenienti da altri paesi membri».

L'iter, comunque, non si fermerà: «Nei prossimo giorni si terrà un incontro promosso dal Comune di Lecco con i partner del progetto, ovvero il Comune di Malgrate, il CFPA di Casargo, la Provincia di Lecco e la Caritas Ambrosiana e la curatrice Luisa Lovisolo, nell’ambito del quale sarà discussa la strategia finalizzata ad acquisire altri finanziamenti regionali e/o europei a favore dell’iniziativa. A questo proposito l’intenzione è quella di riproporre il progetto alla commissione europea entro gennaio 2019. Inoltre ci siamo già mossi, prendendo contatti con gli uffici di Regione Lombardia, per verificare la possibilità di accedere a diverse forme di finanziamento», conclude Valsecchi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento