Lunedì, 20 Settembre 2021
Eventi

Cambia programma il Festival delle "Baite filosofiche"

Le previsioni meteo sconvolgono il calendario: nel prossimo weekend niente tappa a Campo de Boi, si resta in città

Il meteo avverso degli ultimi giorni cambia in corsa il programma della tre giorni in quota delle Baite Filosofiche, il festival nato dalla collaborazione fra una nutrita rete di partner con capofila l'Institut de Recherche et d'Innovation di Parigi e il Crams di Lecco, diretto dai filosofi Paolo Vignola e Sara Baranzoni e che proprio in questi giorni sta portando a Lecco filosofi, studiosi, artisti ed esponenti di istituzioni e associazioni, tutti chiamati a portare il loro contributo alla riflessione teorico/pratica sulle città del futuro, le 100 Smart Cities del programma lanciato dalla Commissione europea a dicembre 2020.

Dopo i tre giorni di Pre-Festival, curati da Giacomo Gilmozzi dell'Iri di Parigi e Angelo Riva del Crams di Lecco e che dal 27 al 29 luglio hanno avuto luogo nel centro cittadino e aperto la discussione su grandi temi dei cantieri di transizione in atto a Lecco (dal cibo all'educazione, dall'umanizzazione della medicina alla costruzione di città giuste e inclusive), ora l'attenzione è tutta per la tre giorni di Festival, che da venerdì 30 luglio a domenica 1 agosto si sarebbe dovuta tenere in quota, precisamente a Campo de Boi, e che, causa maltempo, resta in città con un programma leggermente modificato.

Confermata a Campo de' Boi, all'ex collegio della Madonnina, l'inaugurazione ufficiale di giovedì 29 alle 18: un evento che nel titolo "Dialogo per il secolo e per il pianeta: Attiviamoci" cita il testo sul futuro dell'umanità di questo XXI secolo a firma dell'artista Michelangelo Pistoletto e del filosofo Edgar Morin e che può contare sulla presenza, accanto ai direttori scientifici Vignola e Baranzoni, del matematico Giuseppe Longo (presidente dell'Associazione Amici della Generazione Thunberg), dell'artista Michelangelo Pistoletto, di Raoul Tiraboschi (Vicepresidente Slow Food Internazionale) e Pierattilio Superti (Direzione Regione Lombardia). Un unico appuntamento in quota, quindi, per riflettere sulle prospettive del nostro secolo alla luce della necessità di trovare una risposta all’emergenza di un futuro per le nuove generazioni.

Maggiore accessibilità agli eventi

Si resta in città, invece, da venerdì a sabato, quando il festival entra nel vivo. Un cambio di programma che nonostante la perdita di una cornice suggestiva come la montagna consente, però, una più semplice accessibilità agli eventi, tutti in programma tra la Taverna ai Poggi e l'aula magna dell’Ospedale Manzoni di Lecco.

Uniti in un unico appuntamento, innanzitutto, i Breakfast filosofici e i Tour epicurei: in programma da venerdì a domenica dalle 9.30 alle 11.30 alla Taverna ai Poggi (con aggiunta di pranzo per chi nei giorni scorsi ha prenotato il tour e per chi vorrà aggiungersi), quest'unico evento includerà musica, colazione e interventi filosofici intorno al tema "Il design della città del futuro". Con accompagnamento musicale di Paola Colombo al flauto e Andrea Elia alle percussioni, venerdì i filosofi Emilia Marra (IISF) e Mitra Azar (Aarhus University) dialogheranno con Luciano Gualzetti (Direttore Caritas Ambrosiana) e Roberto Rampi (Senatore e filosofo) su "La città giusta e inclusiva". Musica con Pietro Vitali alla tromba, Giuliana Colombo al sax alto e Dante Manauta al sax baritono sabato, quando a dialogare con Emilia Marra e Mitra Azar su "La città prossima: dal quartiere al mondo" saranno Ivana Pais (UniCattolica ) e Cristina Tajani (assessora alle Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane Comune di Milano). Per l'ultimo dei tre breakfast, fissato per domenica, accompagnamento musicale a cura di Simone Mauri al clarinetto basso e Flaviano Braga alla fisarmonica per una riflessione che metterà al centro "La città laboratorio" e vedrà la presenza di Marco Morganti (Banca intesa Impact) e Giacomo Gilmozzi (Iri Parigi collettivo Internation).

Nel pomeriggio, dalle 16 alle 17.30, Pausa Caffè confermata sempre alla Taverna ai Poggi: venerdì la presentazione del libro di Federica Timeto "Bestiario haraway. Per un femminismo multispecie" alla presenza dell'autrice e di Felice Cimatti e Paolo Vignola; sabato presentazione del libro di Giuseppe Longo "Matematica e senso. Per non divenire macchine" con l'autore, Sara Baranzoni e Giacomo Gilmozzi; domenica presentazione del libro di Ferdinando Menga "L'emergenza del futuro" con l'autore, Riccardo Fanciullacci e Paolo Vignola.

I momenti clou del festival

Ci si dà appuntamento nell'aula magna dell'Ospedale Manzoni, invece, per i tre momenti clou del festival: i panel filosofici delle 18, ciascuno dedicato a un grande tema dirimente del presente, dal dibattito sull'Antropocene (venerdì, con Paolo Vignola, Federica Timeto, Daniela Angelucci, Maël Montevil) alla condizione digitale delle nostre esistenze (sabato, con Sara Baranzoni, Antoinette Rouvroy, Giambattista Bufalino, Salvatore Iaconesi), fino alla necessità di una riconfigurazione dell'economia, della politica e della ricerca, in vista di una "economia contributiva" basata su di un nuovo protagonismo dei territori (domenica, con Giacomo Gilmozzi, Giuseppe Longo, Oriana Persico, Maurizio Carta e Riccardo Fanciullacci). Confermata la presenza, per ciascun panel, dei relatori in cartellone: filosofi, sociologi, antropologi, biologi, matematici, architetti e artisti di fama internazionale proporranno, quindi, il loro punto di vista su queste tematiche e apriranno al dialogo con gli attori del territorio, con il fine di produrre collettivamente un discorso critico e affermativo sul presente.

Infine, chiusura di ciascun giorno con la cena in compagnia dei protagonisti del festival in programma, alle 21, alla Taverna ai Poggi.

Informazioni. Per partecipare agli eventi è necessaria la prenotazione sulla piattaforma Eventbrite. Per maggiori info: www.crams.it, info@qtplecco.it. Per aggiornamenti costanti: www.facebook.com/qtplecco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambia programma il Festival delle "Baite filosofiche"

LeccoToday è in caricamento