menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra Tonia D'Apolito, Lorenzo Colombo, Elio Bonfanti. Dietro di loro, i sovrani del 2015 Laura Melis e don Filippo Dotti

Da sinistra Tonia D'Apolito, Lorenzo Colombo, Elio Bonfanti. Dietro di loro, i sovrani del 2015 Laura Melis e don Filippo Dotti

Al via il Carnevalone, tante novità per l'edizione 2016

Presentati i nuovi Regnanti e il programma. Quest'anno niente sfilata in viale Turati

Nuovo percorso per la sfilata, premiazioni in piazza Garibaldi e ancora più spazio ai bambini: sono molte le novità che aspettano i lecchesi nell’edizione 2016 del Carnevalone, presentato a Palazzo Bovara oggi 28 gennaio.

Assieme all’assessore al Turismo Francesca Bonacina, i vertici di Ltm - Lecchese turismo manifestazioni hanno illustrato il programma della settimana di festa che si aprirà il 7 febbraio, e hanno presentato ufficialmente i Regnanti dell’edizione 2016.

«Sarà un Carnevale in veste diversa dal solito, abbiamo deciso di introdurre alcuni cambiamenti e di innovare le tradizioni cittadine» ha spiegato Enrico Valsecchi, presidente di Ltm. Fra le modifiche introdotte quest’anno, la più rilevante è quella che riguarda il percorso della sfilata: non si partirà più da viale Turati, ma dall’area ex Faini e via Resinelli, mentre le premiazioni di carri e gruppi si terranno in piazza Garibaldi.

Una decisione che ha già suscitato qualche critica, ma che Valsecchi spiega come dettata dalla volontà di agevolare i partecipanti alla sfilata: «Non abbiamo ridotto il percorso perché diamo meno importanza al Carnevalone o a viale Turati, che per noi resta una zona importantissima della città: la scelta di quest’anno agevola chi non può compiere percorsi troppo lunghi, come i bambini che partecipano alla sfilata con gli oratori oppure gli anziani. Per la stessa ragione le premiazioni saranno in centro, in modo da far conoscere subito al maggior pubblico possibile i nomi dei vincitori, senza aspettare che escano la sera in tv o su internet,  o il giorno seguente sui giornali». 

Fra chi apprezza la novità c’è don Filippo Dotti, responsabile dell’oratorio di Pescarenico e Re Resegone del Carnevale 2015: «Per i bambini è più difficile seguire a piedi un percorso troppo lungo, e in questo modo sarà più facile che arrivino a fine della sfilata senza essere esausti - ha commentato, ringraziando gli organizzatori per la decisione - e quest’anno spero di vedere al Carnevale tutti gli oratori di Lecco».

«Si tratta comunque di un esperimento - ha precisato Valsecchi - vedremo come funzionerà quest’anno e decideremo se sarà migliore questa versione della sfilata, o quella degli anni scorsi».

Come da tradizione, il programma dei festeggiamenti del Carnevalone si aprirà una settimana prima della sfilata, con la cerimonia di consegna delle chiavi della città: domenica 7 settembre Re Resegone e Regina Grigna, scortati come sempre dal Gran Ciambellano, si recheranno a Palazzo Bovara, dove Brivio “cederà” simbolicamente a loro il governo di Lecco fino alla prima domenica di Quaresima.

A “regnare” sul capoluogo, quest’anno, saranno Lorenzo Colombo, giornalista 42enne originario di Laorca, e Tonia D’Apolito, regina che arriva dal mare: brindisina d’origine, è arrivata a Lecco nel 1997, e oggi lavora in municipio. Con loro farà da maestro delle cerimonie Elio Bonfanti: 66 anni, pensionato, per anni ha dato una mano nell’organizzazione del Carnevalone lecchese, finché non è arrivato il suo turno di indossare gli abiti storici confezionati per l’occasione dalle sarte del rione di San Giovanni.

Tra i partner della manifestazione, anche Acel Service: «Anche quest’anno siamo a fianco di Ltm - ha spiegato l’addetto stampa della società Giorgio Cortella, portando i saluti del presidente Giovanni Priore - non soltanto perché il Carnevalone è uno degli eventi più sentiti per Lecco e i lecchesi, ma anche perché come sempre c’è un alto coinvolgimento delle realtà associative oltre che delle istituzioni, realtà alle quali Acel è sempre vicina».

«Quello di Lecco non è un Carnevale “preconfezionato” - ha aggiunto l’assessore Bonacina - è messo in piedi da anni dal territorio, accettando la sfida di una manifestazione che possa essere di richiamo per cittadini e magari anche per chi arriva da fuori. Negli anni si è lavorato per individuare e sistemare criticità, cercando di migliorare ciò che non ha funzionato di volta in volta.

A illustrare il programma per la settimana, Alfredo Rusconi e Alfredo Polvara di Ltm. Eccolo di seguito:

Domenica 7 febbraio appuntamento alle 16 in piazza XX settembre per la vestizione dei Regnanti: da lì, accompagnati dalla banda, il corteo guidato dai sovrani del Carnevalone si dirigerà in Municipio per la consegna delle chiavi della città.

Martedì 9 febbraio sarà dedicato ai bambini: Re Resegone e Regina Grigna incontreranno i piccoli alunni di diverse scuole dell’infanzia cittadine (l’elenco sarà ufficializzato nei prossimi giorni)

Mercoledì 10, invece, spazio agli anziani e ai giovani diversamente abili: alle 15 è in programma la visita dei reali all’istituto Airoldi e Muzzi, mentre alle 19 sarà la volta della cena con i ragazzi del Circolo Campaniletto di Pescarenico.

Si tornerà in piazza XX settembre giovedì 11 febbraio: alle ore 16:30 i bambini sono invitati a merenda con i Regnanti di fronte a Palazzo delle paure, mentre la compagnia Ilfiloteatro offrirà spettacoli di animazione con clownerie, giocoleria e bolle di sapone. Alle 20 toccherà ai “grandi”, con la cena di gala che si terrà al Salottone di San Giovanni: durante la serata ci sarà spazio per il pianobar di Roberto Zimmerman e per la baby dance dedicata ai più piccoli (le prenotazioni si raccolgonno fino a martdì 9 febbraio, per i bambini è previsto un menù apposito).

Gran finale sabato 13 febbraio: alle 15 partirà la sfilata dall’area ex Faini tra via Ongania e via Resinelli, alle 16:30 è prevista la premiazione in piazza Garibaldi con lo spettacolo dei Carioca dance ballet, e infine alle 21 saliranno in consolle Dario Oldani e la voce di Rtl 102.5 Andrea De Sabato, per il consueto djset che si terrà in piazza Garibaldi.

Anche per il Carnevale, ha infine annunciato l’assessore Bonacina, i palazzi della piazza saranno illuminati con immagini a tema grazie ad alcuni proiettori, ripetendo l’esperimento che sembra avere avuto successo lo scorso Natale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento