rotate-mobile
Eventi

Con il Fai un tuffo nel '900 alla riscoperta dei maestri italiani del design

L'iniziativa promossa in accordo con la Fondazione Pio Manzù e il coordinamento del prof Eugenio Guglielmi. Programma e protagonisti

Un ciclo di conferenze dedicato ai maestri italiani del design del '900. La rassegna organizzata dal Fai di Lecco in collaborazione con la Fondazione Pio Manzù si svolgerà tra aprile e settembre, come contributo alla conoscenza di un settore creativo legato indissolubilmente alla nostra storia culturale a partire dagli anni Cinquanta del secolo scorso.

Gli incontri presenteranno per la prima volta in modo organico sul nostro territorio 4 tra gli interpreti più significativi che ancora sono al centro della critica sull’affermarsi nel mondo del cosiddetto “Made in Italy”, con significativi risvolti sociali ed economici, e saranno coordinati da Eugenio Guglielmi, storico dell’architettura e del design. Gli appuntamenti si terranno sempre a partire dalle ore 18.30 nella sala di Palazzo Falck in piazza Garibaldi a Lecco. La partecipazione alla conferenze non richiede prenotazione, e avrà un costo d'ingresso di 10 euro con aperitivo.

Date e relatori degli incontri

In particolare l’opera di Pio Manzù (1939-1969), il progettista della famosa Fiat 127, attraverso gli studi originali conservati presso l’Archivio di famiglia, presentati dal figlio Giacomo Manzoni, sveleranno i segreti progettuali ed estetici del “Car Design”(1939-1969), un settore in continua evoluzione nel quale il designer bergamasco prematuramente scomparso, ha dato un contributo determinante al suo sviluppo. L'incontro si terrà giovedì 18 aprile.

Giovedì 16 maggio Rodolfo Bonetto, erede del famoso studio di progettazione milanese, tratterà dell’industrial design, con la sorpresa di trovare l’origine di molti degli oggetti diffusi nel nostro uso quotidiano.

Giovedì 6 giugno con Piero Castiglioni, il pubblico lecchese incontrerà uno tra i più famosi lighting design, autore di innumerevoli interventi che vanno dai principali musei del mondo, alle città, fino alla progettazione di lampade iconiche sulla strada famigliare segnata dai tre famosi fratelli (Livio, Pier Giacomo e Achille) considerati tra i principali maestri del settore".

Con Cristina Morozzi giovedì 19 settembre si parlerà invece nel mondo di Andrea Branzi (1938-2023), indiscusso padre del design italiano, capace di coniugare l’attività di progettista a quella di teorico, tramite pubblicazioni fondamentali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con il Fai un tuffo nel '900 alla riscoperta dei maestri italiani del design

LeccoToday è in caricamento