Eventi

"Fantasmagorie", piccola rassegna di cinema d'animazione a Lecco

Il festival, in programma dal 5 al 9 luglio, è organizzato da DinamoCulturale, in collaborazione con il Comune di Lecco, e diretto dal critico cinematografico Giuglio Sangiorgio

Il grande schermo si accende nel cuore di Lecco, dal 5 al 9 luglio, per "Fantasmagorie, piccola rassegna di cinema d'animazione", festival organizzato da DinamoCulturale, in collaborazione con il Comune di Lecco, e diretto dal critico cinematografico Giuglio Sangiorgio.

«Il primo Festival di animazione a Lecco promosso da un'associazione giovanile che da anni è impegnata sul territorio per promuovere la cultura cinematografica con l'obiettivo di sensibilizzare e formare le giovani generazioni - commenta Simona Piazza, assessore alla cultura - Un'occasione anche per aumentare l'offerta cinematografica in città anche durante il periodo estivo accompagnandolo a quella promossa da LTM. L'iniziativa sarà anche l'occasione per far convergere a Lecco amanti e appassionati delle arti audiovisive e dell'animazione».

«Il Festival del Cinema di Animazione - aggiunge Luca Pedrazzoli, responsabile del Servizio Giovani - offre ai lecchesi la possibilità di approfondire la conoscenza cinematografica abbinando allo svago la cultura e, con il Festival, si chiude il ciclo annuale di intense collaborazioni tra Servizio Giovani e Dinamo Culturale che, a partire dal corso "Capire la storia del cinema" e passando per la rassegna "Cinema Italiano Oggi, Ieri & Off", ha offerto diverse occasioni di approfondimento culturale».

IN PIAZZA GARIBALDI - La sezione principale della rassegna è French Touch, ovvero il tocco francese al cinema animato, una delle poche realtà a livello mondiale capace di competere con lo strapotere della Pixar, da sempre aperto alla sperimentazione. Un successo che è possibile grazie alla scelta di proporsi in maniera alternativa, e non concorrenziale, rispetto al colosso statunitense. Piazza Garibaldi, ogni sera alle ore 21.30, si colora dei grandi successi animati degli ultimi mesi: "La tartaruga rossa" di Michaël Dudok de Wit (foto articolo), "Le stagioni di Louise" di Jean-François Laguionie, "La mia vita da zucchina" di Claude Barras, "Phantom Boy" di Jean-Loup Felicioli e Alain Gagnol, "Sasha e il Polo Nord" di Rémy Chayé.

A PALAZZO DELLE PAURE - La chicca della rassegna, in programma sabato 8 luglio, è "Italia passo uno: gli uomini sono soli". Nato dalla riscoperta del cortometraggio fantascientifico "Gli uomini sono stanchi" di Toni Fabris, è il racconto dei pionieri del cinema animato italiano con la proiezione di una decina di cortometraggi a omaggio, tra gli altri, di Paul Bianchi e Giuseppe Sebesta, tra i maggiori creatori di pupazzi animati degli anni '30 e '40; ma non solo, si potranno - infatti - vedere: uno dei primi esempi narrativamente compiuti di stop motion italiana, il cervantesco "Teste di legno" di Ugo Saitta, le sperimentazioni della pittrice Marinella Pirelli, un misconosciuto capolavoro a tecnica misa quale "Destino d'amore (1942), realizzato da Luciano Emmer con la collaborazione della moglie Tatiana Grauding e di Enrico Gras.

GRANDI OSPITI - Gli Uochi Toki, domenica 9, presenteranno in anteprima "Il cartografo", serie animata finanziata con una campagna di crowdfunding realizzata dal duo, ovvero Matteo "Napo" Palma e Riccardo "Rico" Gamondi.

NON SOLO CINEMA - Si illustra il rapporto, da sempre molto stretto, tra videomusica e animazione al "Mojito Cafè", partner e "luogo del festival", con "Canzoni Animate". Il 5 luglio si passano in rassegna alcuni classici che hanno fatto la storia del genere; giovedì 6 si fa il punto su quanto è accaduto negli anni 10, mentre la serata di venerdì 7 è interamente dedicata alle visioni originali di Sean Pecknold. La location è la stessa per "non aprite quella playlist: animazione dal lato oscuro di YouTube", in calendario alla mezzanotte di venerdì 7 e di domenica 9.

IN LIBRERIA - Il 5 luglio, presso la Liberia Volante, ci sarà la presentazione di "Le origini dell'animazione italiana" di Raffaella Scrimitore (Tunué), mentre domenica 9, a Palazzo delle Paure, è la volta di "Fantasmagoria - Un secolo (e oltre) di cinema d'animazione" a cura di Davide Giurlando (Marsilio).

TUTTO IL PROGRAMMA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fantasmagorie", piccola rassegna di cinema d'animazione a Lecco

LeccoToday è in caricamento