rotate-mobile
Eventi Val San Martino / Via Padri Serviti

Il Festival pianistico internazionale Larius approda nella splendida cornice del Lavello

Questo weekend le esibizioni di Katrina Suroveca e Andrea Cantù con musiche di Beethoven, Schumann e Chopin. Il presidente Monteleone: "Orgogliosi di questo evento"

Un altro evento di alto valore culturale al Lavello. L'associazione Cantici di Libertà e la fondazione Monastero Santa Maria del Lavello invitano il pubblico ad assistere ai primi due concerti del Festival Pianistico Internazionale Larius, edizione 2024. L'appuntamento è in programma per questo fine settimana nel complesso religioso in riva all'Adda a Calolziocorte.

Alle ore 15 di domani, sabato 27 aprile, si terrà la presentazione del Festival con i saluti delle autorità. Subito dopo si potrà apprezzare il concerto di pianoforte di Katrina Suroveca con musiche di Beethoven, Schumann, Scriabin. Spazio quindi alla visita al fortepiano di Giuseppe Gabetti (compositore della Marcia Reale Italiana, primo Inno Nazionale).

Domenica 28 aprile, sempre al monastero di Santa Maria del Lavello, la manifestazione avrà inizio alle 16.30: visita al fortepiano di Giuseppe Gabetti (compositore della marcia reale italiana, primo inno nazionale). Alle 17.30 concerto di pianoforte di Andrea Cantù, direttore artistico del Festival Pianistico nternazionale Larius. Musiche di Chopin.

Katrina Suroveca

Katrina Suroveca è nata in Lettonia e ha iniziato a suonare il pianoforte all'età di 5 anni. si è diplomata alla Scuola secondaria di Musica Jāzeps Mediņš Riga e ha conseguito il bachelor in musica presso l'Accademia Lettone di musica Jāzeps Vītols. Attualmente lavora presso l'università di musica Carl Maria von Weber di Dresda, dove studia con il prof. Markus Groh. Tra i suoi premi: 2° posto al concorso pianistico internazionale Jurmala, 2° posto ai Fuochi d'artificio musicali nel Baden-Württemberg, 2° posto al VII concorso internazionale di musica Agustín Aponte a Tenerife, 1° posto al concorso pianistico con borsa di studio Yamaha, onorato dal ministero della Cultura lettone e dai mecenati dell'Accademia lettone di musica Jāzeps Vītols. 

Andrea Cantù

Di Andrea Cantù Aldo Ciccolini ha scritto: “La sua sensibilità musicale mi commuove”. Diploma con lode al Conservatorio di Como sotto la guida di Mario Patuzzi, perfezionamento al Mozarteum di Salisburgo, all’Ecole Normale de Musique Cortot di Parigi, all’accademia di Imola e master alla Guildhall School di Londra, vincitore di numerosi premi pianistici nazionali e internazionali (Maria Giubilei, PianoCity Milano, Premio Terraneo, London international Grand Prize Virtuoso). Si è formato con maestri del calibro di Aldo Ciccolini, Emilia Fadini, Boris Petruschansky, Roberto Plano, Sergio Perticaroli, Ronan O’Hora, Caroline Palmer. È laureato in scienze dei servizi giuridici presso l’università di Pavia. Si è esibito in luoghi prestigiosi come la Ehrbar Saal di Vienna, la Salle Cortot di Parigi, l’auditorium del Museo degli strumenti musicali di Bruxelles, la Royal Albert Hall di Londra, il Museo della Permanente a Milano, l’Accademia musicale di Sarajevo Est, la Fundacion Eutherpe di Leon (Spagna). È presidente dell’Associazione Cantici di Libertà e ideatore nonché direttore artistico del Festival Pianistico Internazionale Larius. Nel 2023 pubblica il suo primo libro di poesie, "L'aquila e la farfalla", per Corponove editrice.

"Un evento di portata internazionale di cui andiamo fieri"

"Posso dire di essere particolarmente felice ed entusiasta poiché questo festival contribuisce ad alzare ancora di più il livello degli eventi ospitati o organizzati nel monastero, portandolo a un livello più internazionale in questi anni di rinascita - commenta Roberto Monteleone, presidente della Fondazione - Ritengo apprezzabile più in generale il fatto che il monastero apra le proprie porte anche a giovani artisti, sia italiani che internazionali, spaziando dall'arte alla musica all'insegna di cultura e aggregazione. Prende forma così un anno di lavoro al fianco del direttore artistico il maestro Andrea Cantù e della Provincia di Lecco per arrivare a questo importante evento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Festival pianistico internazionale Larius approda nella splendida cornice del Lavello

LeccoToday è in caricamento